Sport

ATP Roma 2022, Djokovic vola in semifinale: battuto Auger-Aliassime

Novak Djokovic si è ufficialmente qualificato per la semifinale di domani – ore 19.30 – all’ATP di Roma 2022 contro Casper Ruud. Il serbo, infatti, pochi minuti fa ha terminato in maniera vittoriosa il suo quarto di finale contro Felix Auger-Aliassime con il punteggio di 7-5, 7-6. Partita più che piacevole, con il canadese che ha pagato qualche errore di troppo nei momenti topici del match.

Prima della sfida, Djokovic aveva parlato in questa maniera del suo avversario:

“Lui è in giro da qualche anno, ormai. Interessante non esserci mai incontrati. La terra battuta non è la sua superficie preferita, però credo che stia migliorando. Da un paio di anni lavora con Toni Nadal che sta contribuendo al suo gioco su terra. È un top 20 affermato, anche top 10. Il suo gioco è completo. È un ragazzo molto simpatico, lavoro sodo. È uno dei leader della sua generazione.”

ATP Roma 2022, Djokovic in semifinale contro Ruud

La vittoria contro Auger-Aliassime ha un peso specifico importante per Djokovic. L’inizio di stagione del numero 1 al mondo è stato più che complicato, a partire dall’ormai nota vicenda riguardante l’esclusione dagli Australian Open. Da quel momento in poi, Novak ha barcollato tra qualche piccolo problema fisico e una serie di eliminazioni a sorpresa da tornei precedenti. Ora, però, il serbo sembra aver ritrovato lo smalto di un tempo. Alle 19.30 di sabato 14 maggio, Djokovic giocherà la sua semifinale, con l’obiettivo di approdare all’ultimo atto sfidando uno tra Tsitsipas e Zverev (in programma per le 14.30).

ATP Roma 2022, Djokovic si lancia verso il Roland Garros

In attesa di capire come andrà a finire il Masters 1000 di Roma, Djokovic sembra aver già chiaro l’obiettivo principale delle prossime settimane: il Roland Garros. Il numero 1 vuole difendere il titolo conquistato lo scorso anno in una finale risoltasi solamente dopo cinque set contro Tsitsipas. La condizione sembra essere quella di un tempo, la tenuta mentale rimane solida. Quindi, Djokovic, ha tutte le carte in regola per fare bene. Sfruttando la scia di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *