Attualità

AVIS e Unicusano: donazione del sangue è un atto d’amore gratuito

Donazione del sangue. Ritorna la lodevole iniziativa a sostegno della raccolta del sangue che si fonda sul protocollo d’intesa tra Unicusano e AVIS, volto alla promozione della solidarietà e alla sensibilizzazione dei giovani. L’iniziativa, come sempre, è destinata a studenti, docenti e dipendenti dell’Ateneo.

AVIS Comunale Roma presso il Campus Unicusano

Il 25 gennaio dalle 7.30 alle 11.30 sarà presente, presso l’Ateneo Niccolò Cusano, ‘AVIS comunale Roma’. Tutti coloro che desiderano donare il sangue possono prenotarsi (indicando l’ora desiderata nella fascia 7.30-11.30) inviando una mail alla segreteria associativa di Avis: info@avisroma.it

Donazione del sangue: linee guida

Esistono dei piccoli accorgimenti per chi desidera diventare un donatore. Per donare il sangue, infatti, è necessario essere in buona salute, osservare uno stile di vita regolare, avere una corretta alimentazione.
Altri requisiti minimi richiesti sono:

  • Età tra i 18 ed i 65 anni (60 per prima donazione). Dai 60 anni in su è necessario portare con sé un ECG per valutare le condizioni cardiovascolari.
  •  Peso: da 50 kg in su.
  • Essere in possesso di tessera sanitaria e documento di identità.
  • Per poter donare è indispensabile la conoscenza della lingua italiana, sia scritta che orale, per poter compilare consapevolmente il questionario ed effettuare la visita medica.

Oltre questi parametri universali, esistono anche delle linee guida sul prima e dopo la donazione del sangue.

Prima della donazione del sangue

COSA FARE

  • In primis, anche se nessuno lo immagina, è consigliato fare una leggera colazione prima della donazione: thè, caffè, succo di frutta o spremuta poco zuccherata, 2 fette biscottate con marmellata poco zuccherata, qualche biscotto secco.

COSA NON FARE

  • Vietata l’assunzione di latte e derivati.
  • Sconsigliato il digiuno completo.

Dopo la donazione del sangue

COSA FARE

  • Fare una seconda colazione: idratarsi bene, mangiare cornetti, dolci o anche salato (nessun divieto!).
  • Riposarsi: hai diritto ad un giorno di recupero lavorativo!
  • Non portare pesi con il braccio della donazione per evitare potenziale ematoma.

COSA NON FARE

  • Nessuna attività fisica o sport intenso.
  • Non fumare.
  • Assumere molti liquidi (non alcolici).

Con questo atto concreto, continua l’impegno dell’Università Niccolò Cusano nella promozione di una cittadinanza attiva e solidale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *