Attualità

Ternana Calcio e Solidarietà: 15mila mascherine e generi alimentari per 200 famiglie a Terni

S.O.S mascherine in piena emergenza coronavirus. Tutti a caccia del bene introvabile, una merce rara anche per medici e operatori sanitari.

“Non è solo una questione di denaro – se puoi acquistarle o no – qui fai la lotta, combatti una battaglia per prenderle…” commenta Stefano Bandecchi, Patron della Ternana Calcio.

“La vera forza di questa guerra è salvare un altro essere vivente!” – continua nel messaggio lanciato dal proprio canale instagram – e, con questo spirito da combattente, annuncia un’altra donazione alla città di Terni: 15 mila mascherine in arrivo.

Ternana Calcio: “doniamo 15 mila mascherine alla città di Terni”

Non si ferma il sostegno alla città di Terni da parte del Patron Bandecchi e della Ternana Calcio: 15 mila mascherine consegnate alla città, distribuite tra il 118, la Protezione Civile e l’Ospedale di Terni. Un gesto nobile e di “sano egoismo”, perché non si può restare soli nel combattere questa dura battaglia contro il nemico invisibile. Ma non è l’unico aiuto concreto.

Solidarietà alimentare: “Aumentano le famiglie in difficoltà, possiamo sostenere circa 200 famiglie con beni alimentari” (Bandecchi)

Non si può restare soli. A colpi di hashtag #aiutiamocitutti, impazza sui social la richiesta di lasciarsi aiutare, rivolta a coloro che hanno finito le scorte di cibo.

“Se non hai un lavoro e non ricevi aiuto da nessuno e hai finito la scorta di cibo, PER FAVORE NON ANDARE A DORMIRE SENZA MANGIARE!! Scrivimi in privato senza vergognarti che poco o tanto che io possa avere a casa mia ho piacere di condividere con te. Mi è stato insegnato che dove riesce a mangiare uno, possono mangiare anche due persone.
Dobbiamo essere grati e non essere egoisti l’uno con l’altro, supereremo questo brutto momento ma dobbiamo essere uniti tutti.”

Una iniziativa lodevole che si è diffusa sul web, in poco tempo. Ma non è l’unica iniziativa rivolta a chi è in difficoltà. In questi giorni sono nate nuove forme di solidarietà alimentare, come la “spesa sospesa”. Gesti concreti che aprono il cuore e ci riportano alla nostra umanità. Anche il Presidente delle Scienze Umane, società proprietaria dell’Università Niccolò Cusano, ha voluto rendersi nuovamente utile. Così, dopo che il Vice Presidente Tagliavento si è consultato con il Sindaco e il Questore di Terni, Bandecchi – a nome della sua squadra di calcio – ha comunicato un altro aiuto concreto.

“Volevamo capire come renderci utili e, avendo visto iniziative di sostegno anche da parte di altri, abbiamo deciso di fare dei pacchi alimentari per quelle famiglie che hanno necessità. Potremmo sostenere circa 200 famiglie bisognose con generi alimentari e beni di prima necessità.”

La solidarietà cambia forma, ma non si ferma!

 

***Articolo a cura di Michela Crisci***