Il Quotidiano Online
dell'Ateneo Niccolò Cusano di Roma

Iscriviti alla Newsletter

    Network

    10 commenti su “Rinnovo contratto scuola 2022 ultimissime oggi”

    1. siamo alle solite ogni volta che si parla di contratto scuola sempre problemi, per la didattica a distanza stesso orario settimanale con fornitura computer ed elettricita’
      rimorbosata evitando di importunare fuori orario di servizio, mi sembra l’uovo di colombo cosa vogliono inventarsi valli a capire questi soloni.

    2. Spero tanto che i Sindacati si battano affinché venga riconosciuto e giuridicamente ripristinato a tutti gli effetti da parte del Ministro e dal Ministero lo scatto di anzianità del 2013 ingiustamente e incomprensibilmente scippato solo a quella fascia di lavoratori della scuola penalizzandoli fortemente per la naturale progressione di carriera, un diritto negato a differenza ti tutti gli altri, creando disparità e diversità di trattamento, tra questi ci sono anch’io, mi auguro che questo diritto rubato venga giuridicamente riconosciuto riconsegnando dignità professionale a chi ha subito questa grave discriminante.

    3. il rinnovo del contratto e’ un diritto e non una concessione. semplicemente vergognoso che un contratto scaduto da quasi 4 anni non venga rinnovato. i sindacati hanno la loro responsabilità. sarebbe forse bastato bloccare i viaggi, l’adozione dei libri, rinunciare ai vari incarichi ecc…. sarebbe ora che la categoria si facesse sentire seriamente e non subire passivamente.

    4. Vorrei sapere che cosa aspettano in sindacati a chiedere le dimissioni del ministro Bianchi dopo la strage del concorso ordinario con in alcune classi il numero dei
      bocciati del 99,98% 99.96% e anche 100% vedi ao47 per non parlare dello sperpero
      di denaro pubblico come gli 800 milioni per l’alta formazione.

    5. Ma i sindacati rallentano di tanto le trattative se pensiamo a due anni e più che si parla di 50 euro nette e 90 lorde. Quali sono state le trattative? Niente e nessuna. Ci hanno fatto saltare anche gli arretrati durante i mesi estivi.
      Arriveremo a Natale e il Governo ha raggiunto i suoi obbiettivi :allungare i tempi.
      I sindacati pretendono assurdità.
      I soldi per la scuola sono e saranno solo per pochi. Per i prediletti.

    6. Mi vergogno di essere un insegnante, un operaio comune prende più soldi di me i sindacati…… lasciamo perdere non ci tutelano e c’e chi continua a pagarli, ci riteniamo importanti e intelligenti ma continuiamo a farci prendere per i fondelli,facciamo anche gli scioperi quando fa comodo al governo in accordo con i sindacati altro che valorizzazione del docente ci facciamo ridere sopra da tutti siamo proprio una bella categoria

    7. Per far firmare il contratto, noi insegnanti dovevamo bloccare gli scrutini e non fare sciopero che non e’ servito a niente,anzi lo Stato ha incassato.

    8. A nessuno interessa veramente della scuola, io lavoro in questo ambito da 40 anni e ho visto ripetersi sempre lo stesso copione. Qualche volta in campagna elettorale qualcuno a fatto delle promesse (per i voti) senza mai mantenerle.
      Non è pessimo ma solo una constatazione, la scuola non è un bussines per come lo è il mondo farmaceutico o altro che è meglio non non nominare.

    9. Ho sbagliato due parole pessimo al posto pessimismo. Ho ripetuto due volte non..
      La fretta di scrivere dettata dall’argomento.

    10. Un mio amico ha un figlio, diplomato da due anni, che è stato assunto nella Polizia di Stato, il quale percepisce, grazie a straordinari, indennità…,aspetti del tutto a me preclusi, uno stipendio pressoché identico al mio, che insegno da 39 anni. Ma c’è dell’altro: un diplomato comincia a lavorare con cinque anni di anticipo rispetto ad un laureato e quindi percepisce un reddito quando i miei genitori erano costretti a pagare i miei studi universitari, gap che evidentemente non potrà mai essere comato.

    Lascia un commento