Il Quotidiano Online
dell'Ateneo Niccolò Cusano di Roma

Iscriviti alla Newsletter

    Network

    8 commenti su “Pensioni, Quota 41 per tutti dal 2023?”

    1. Già con il governo giallo verde hanno preso in giro TUTTI…
      POI con questo governo non ne parliamo…
      MACHI CI CREDE ANCORA A TANTE FALSE PROMESSE??
      LA “GENTE” NON È STUPIDA …..
      Già a questo Referendum e alle Votazioni Comunali hanno dato un Grande SEGNALE ,su come CONSIDERANO I NOSTRI POLITICI …..
      TUTTI NESSUNO ESCLUSO
      E CI METTO DENTRO PURE I VARI SINDACATI …
      E IO COME TUTTI I DELUSI MI UNISCO A LORO ….
      DELUSIONE TOTALEEEE

    2. Stanno cercando di farci passare il contributivo come il male minore. Sicchè una persona che ha 13 ,14 o 15 anni versati prima del 96, ci rimetterebbe, per la loro bella faccia, 2-300 euro al mese. E questa è giustizia? Si è mandata gente con 38 anni di contributi con la pensione piena e chi come me non ce l’ha fatta per pochi mesi pur avendo versato più anni dovrebbe rimetterci? Questo è un paese democratico?

    3. Il problema dei trecentomila posti vacanti nel settore turistico viene risolto dando lo stipendio e il RDC (perlomeno questa è la proposta) e per chi ha 40/41 anni di contributi soldi non ce ne sono

    4. Cose folli il governo continua ad elargire bonus a tutti redditi di cittadinanza a chi e’ ricco 110 a chi ha ville da sogno e vuole che le persone continuino a lavorare dopo 40 anni di contributi? Sono follie incapacita’ e disonesta’ di una casta che non ha mai lavorato in vita loro.

    5. 41 anni sono anche troppi c’e’ gente che ha genitori invalidi bambini da assistere problemi di salute. Come si danno redditi a chi non lavora a maggior ragione bisogna riconoscere il lavoro a chi da 40 anni sostiene il Paese.

    6. per il reddito di cittadinanza, e per i milliardi truffati con ecobonus i soldi cerano… chi ha contribuito 41 non ci sono ….e chi prende anche oltre 30.000 euro di pensione mensili i soldi ci sono…?? mi mancano le parole.

    Lascia un commento