Medicina e benessere

Covid-19. Bollettino e aggiornamenti del Ministero della Salute

Covid-19 aggiornamenti. Diminuiscono i nuovi casi di Covid-19 che scendono sotto quota 395 mila. Scendono anche gli indicatori ospedalieri e i decessi e sono solo 5 le Province con incidenza sopra 1.000 casi per 100.000 abitanti.

Covid-19 aggiornamenti. Situazione in Italia

Secondo i dati forniti dalla Fondazione GIMBE dopo il rimbalzo della scorsa settimana tornano a scendere i nuovi casi settimanali (-8,9%), che si attestano a quota 395 mila con una media mobile a 7 giorni di 56 mila casi giornalieri. Analisi effettuate a fronte di un numero stabile di tamponi totali.

Nella settimana che va dal 27 aprile al 3 maggio 2022, in 18 Regioni si rileva una riduzione percentuale dei nuovi casi (dal -0.7% del Veneto al -18% del Lazio), mentre si registra un incremento in Lombardia (+0.7%), Friuli-Venezia Giulia (+5%) e Piemonte (+7.4%). L’incidenza supera i 500 casi per 100.000 abitanti in 92 Province, di cui 5 registrano oltre 1.000 casi per 100.000 abitanti. Queste provincie sono: Chieti (1.132), Ascoli Piceno (1.092), Teramo (1.061), Pescara (1.027) e Avellino (1.013).

Secondo i dati dell’ISS, il tasso di occupazione in terapia intensiva scende al 3.7% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 5 maggio) contro il al 3.8% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 28 aprile. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende al 14.5% contro il 15,6% del 28 aprile.

Invariate le percentuali di chi ha completato il ciclo vaccinale (86,5%). 6,89 milioni i non vaccinati di cui 2,79 milioni di guariti protetti solo temporaneamente. 8,32 milioni le persone che non hanno ancora ricevuto la terza dose di cui 5,65 milioni d guariti che non possono riceverla nell’immediato. Nette differenze regionali nei tassi di copertura per le quarte dosi agli immuno-compromessi e somministrazioni al ralenti per over 80, fragili e ospiti RSA.

Bollettino Covid 06 maggio 2022

Intanto in Italia, secondo i dati del Ministero della Salute sono 43.947 i nuovi casi di positività al Covid-19 mentre nella giornata di ieri sono stati 48.255. I decessi registrati in Italia nelle ultime 24 ore sono 125, che portano il totale da inizio pandemia a 164.304. Le persone attualmente positive sono 1.146.385.

Compresi quelli molecolari e gli antigenici, i tamponi totali processati sono stati 302.406, ovvero 24.772 in meno rispetto ai 327.178 di ieri. Il tasso di positività, ieri al 14.7%, oggi scende leggermente al 14.5%. Con 5.747 contagi, la Lombardia è la regione con il maggior numero di casi odierni. Seguono la Campania (+5.009), il Veneto (+4.464), il Lazio (+3.807) e l’Emilia Romagna (+3.595).

Dir. Generale Ministero Salute, Rezza “Tasso di incidenza in discesa”

“Questa settimana osserviamo segnali di miglioramento della situazione epidemiologica nel nostro Paese. Il tasso di incidenza scende leggermente e si fissa intorno a 559 casi di Covid-19 per 100mila abitanti. È invece stabile l’Rt, intorno a 0,96, quindi di poco al di sotto dell’unità”. Lo ha affermato il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Giovanni Rezza, nel consueto video a commento dei dati del monitoraggio regionale della cabina di regia sul Covid-19. “Il tasso di occupazione dei posti di area medica e di terapia intensiva sono, rispettivamente, al 14,5% e al 3,7%- ha poi sottolineato- quindi ancora in lieve diminuzione rispetto alla scorsa settimana. Il che vuol dire che c’è una tendenza alla decongestione delle strutture ospedaliere”. “Data però l’elevata velocità di circolazione virale- ha tenuto a precisare Rezza- è bene continuare a mantenere comportamenti ispirati alla prudenza. Allo stesso tempo è soprattutto importante mantenere elevata la copertura vaccinale ed è quindi importante che coloro che devono ancora fare i richiami vaccinali li facciano al più presto”, ha concluso.

Potrebbe interessarti anche:

Usa, la Fda frena sul vaccino Johnson per trombosi sospette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *