In cucina

Salmone: come utilizzarlo in cucina in maniera semplice

Il salmone è un ingrediente molto gustoso e versatile. Un alimento sia sano, sia perfetto da utilizzare come comfort food ma anche per preparare ricette light e fresche. Sul web troviamo tante ricette con il salmone, dal pranzo fino all’aperitivo e alla cena. Senza dimenticare che chi ama la colazione salata, può anche utilizzarlo per realizzare dei gustosi brunch e colazioni.

Come si mangia il salmone?

Il salmone è un alimento che ha moltissimi benefici, tra cui la notevole presenza di proteine e di grassi Omega 3. È perfetto da usare negli antipasti e negli aperitivi, come condimento per un primo piatto di pasta ma anche come protagonista nei secondi.

Come possiamo cucinare il salmone in busta?

Per chi non sa come pulire il pesce o non ama farla, la scelta più semplice è provare quelle ricette a base di salmone, con quello in busta, affumicato. Una soluzione pratica e semplice e da utilizzare sia cotto che crudo.

Per gustarlo al meglio, possiamo preparare dei piatti di pasta, in cui basta semplicemente scaldare per pochi minuti il pesce in padella con il condimento scelto. Possiamo inoltre creare delle gustose tartine e finger food, ma anche piatti più elaborati come il salmone agli asparagi o le uova a ripiene.

salmone

Come mangiare il salmone?

Il salmone può essere mangiato in diversi modi, tra cui anche a crudo. Questo non significa che possiamo prenderlo in pescheria e mangiarlo, ma deve prima passare attraverso una serie di trattamenti.

Il salmone deve essere prima cotto per un minuto a 60 gradi, oppure deve essere abbattuto, vale a dire congelato ad almeno – 20 gradi. Possiamo mangiarlo crudo anche quello comprato surgelato. Un prodotto sicuro per la velocità con cui il pesce viene trattato. Attenzione però che sia surgelato e non congelato. I cristalli di ghiaccio che si formeranno con il surgelamento saranno più piccoli rispetto a quelli del congelamento e garantiranno l’integrità del prodotto stesso. È inoltre importante che per scongelarlo, venga messo in frigo e non scongelato a temperatura ambiente o sotto l’acqua corrente.

Una volta che lo abbiamo scongelato possiamo gustarlo crudo tagliato in tartare sotto forma di sashimi o sushi accompagnato da un riso bianco, oppure in carpaccio o marinato per creare deliziosi finger food o insalate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *