Ambiente

Cambiamenti climatici, gli 8 anni più caldi dal 1880: l’allarme della NASA

Cambiamenti climatici, l’allarme della NASA: la temperatura del pianeta è sempre più alta. Nel 2021 la temperatura del nostro pianeta è stata di circa 1,1 grado più calda della media della fine del XIX secolo.

Cambiamenti climatici, gli 8 anni più caldi dal 1880: l’allarme della NASA

La temperatura superficiale media globale della Terra nel 2021 è stata pari al 2018 e la sesta più calda mai registrata, secondo analisi indipendenti condotte dalla Nasa e dalla National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA). Nel complesso, gli ultimi otto anni sono i più caldi da quando è iniziata la rilevazione nel 1880. Prosegue la tendenza al riscaldamento a lungo termine del pianeta, con le temperature globali nel 2021 di 0,85 gradi centigradi al di sopra della media del periodo di riferimento 1951-1980 della Nasa, secondo gli scienziati del Goddard Institute for Space Studies (Giss) della Nasa a New York. “La scienza non lascia spazio a dubbi: il cambiamento climatico è la minaccia esistenziale del nostro tempo“, ha affermato l’amministratore della Nasa Bill Nelson. Otto dei 10 anni più caldi del nostro pianeta si sono verificati nell’ultimo decennio “un fatto indiscutibile che sottolinea la necessità di un’azione coraggiosa per salvaguardare il futuro del nostro Paese e dell’intera umanità” sottolinea Nelson.

cambiamenti climatici allarme nasa

Il clima in Italia

L’Italia non è immune dagli effetti dei cambiamenti climatici. Nel 2021 nel nostro Paese si sono verificati 187 fenomeni meteorologici che hanno provocato nove vittime e ingenti danni nei territori. Lo riferisce Legambiente, precisando che sono Sicilia, Lombardia, Lazio, Campania, Veneto e Sardegna le Regionipiù colpite. Le città a subire i danni maggiori sono Roma, Napoli, Catania, Palermo e Milano. Il 2021  è stato un anno da codice rosso per il clima: in estate si sono registrate temperature record sia in Europa che in Italia, dove si sono toccati i 48,8 gradi (Siracusa, 11 agosto 2021) e non sono mancati anche fenomeni temporaleschi di forte intensità o addirittura trombe d’aria e cicloni. Rispetto al 2020 nell’ultimo anno in aumento i danni da grandinate intense (17 rispetto ai 9 nel 2020) e le frane da piogge intense (13 rispetto alle 10 nel 2020).

Legambiente: dal 2010 in Italia 264 morti a causa di fenomeni meteo estremi

Sempre Legambiente ricorda come dal 2010 a oggi siano stati 1.181 i fenomeni meteorologici che hanno provocato 264 morti, ai quali si aggiungono oltre 27mila persone evacuate a causa di frane e alluvioni tra il 2016 e il 2020.

Sullo stesso argomento leggi anche I cambiamenti climatici spaventano il World Economic Forum

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *