Spettacolo

Squid Game nominata agli Screen Actors Guild Awards

Squid Game conquista un nuovo primato: è la prima serie non in lingua inglese a ricevere numerose candidature agli Screen Actors Guild Awards, i premi assegnati dal sindacato degli attori di Hollywood.
Le nomination ottenute dalla serie sudcoreana sono quattro: miglior cast d’insieme, miglior attore (Lee Jung-jae), migliore attrice (Jung Ho-yeon) e miglior cast di controfigure e stunt.

Squid Game nominata agli Screen Actors Guild Awards: la reazione del creatore della serie

Dal momento del suo arrivo su Netflix, lo scorso settembre, la serie sudcoreana è diventata un vero e proprio fenomeno globale. Questo ha portato alle trattative attualmente in corso per la realizzazione di altre due stagioni dello show.
Le candidature agli Screen Actors Guild Awards rappresentano l’ennesima conferma di questo successo e sono state accolte con grande entusiasmo dal creatore della serie Hwang Dong-hyuk.
“Ascoltare oggi le nomination è stato probabilmente il momento più bello da quando abbiamo creato Squid Game”, ha dichiarato Hwang.
“Il fatto che le candidature riguardino non solo uno o due attori principali ma l’intero cast – prosegue il creatore della serie – mi rende enormemente felice sia come regista, sia in quanto creatore che ha scelto questi attori. Anche solo le candidature”.

Lee Jung-jae e il riscatto dei prodotti audiovisivi della Corea del Sud

Squid Game ha confermato il favore sempre maggiore di cui i prodotti sudcoreani godono ormai anche in Occidente, a partire dal trionfo agli Oscar di Parasite nel 2020.
È questo fattore che rende particolarmente entusiasta l’attore protagonista della serie Netflix Lee Jung-jae.
“Siamo arrivati a un punto in cui la qualità dei contenuti prodotti in Corea del Sud è migliorata enormemente, grazie al talento dei registi e delle troupe coinvolte”, ha dichiarato l’attore nominato per la sua interpretazione agli Screen Actors Guild Awards.
“Oggi – prosegue Lee – è possibile vedere in tutto il mondo contenuti di ottima qualità provenienti dalla Corea del Sud, e questo vale sia per l’intrattenimento sia per l’aspetto visivo. Da attore – conclude Lee – posso solo sperare che questo amore nei nostri confronti continui a crescere sempre di più”.

Per approfondire temi e curiosità legate al cinema, l’appuntamento è con Buio in Sala, dal lunedì al venerdì, dalle 19 alle 20 su Radio Cusano Campus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *