Attualità

Con Yusaku Maezawa riprende il turismo spaziale, il miliardario torna sulla terra

Il giapponese Yùsaku Maezawà, magnate multimiliardario della moda online, è tornato sulla Terra dopo aver trascorso 12 giorni a bordo della Stazione Spaziale Internazionale in un’operazione che segna il ritorno di Mosca, dopo oltre 10 anni di stop, al settore del turismo spaziale. L’ultimo passeggero partì nel lontano 2009: si trattava del co-fondatore canadese del Cirque du Soleil, Guy Laliberté.

Yusaku Maezawa: chi è il numero 30 tra i più ricchi del Paese

Yusaku Maezawa è un vero e proprio appassionato di spazio, oltre ad essere divenuto famoso come mecenate di arte moderna. Arricchitosi con l’e-commerce legato al settore dell’abbigliamento, Maezawa è la trentesima persona più ricca del Paese, secondo la rivista economica Forbes. Il profilo del miliardario giapponese non è canonico come ci si aspetterebbe: tutto fuorché tradizionale, Maezawa è seguito da più di 10 milioni di follower sui social network.

La missione

Insieme al cosmonauta russo Alexandr Misurkin, Maezawa e il suo assistente Yozo Hirano, sono atterrati nella steppa del Kazakistan intorno alle 03:13 ora locale. I due hanno girato diversi video sulla ISS. I filmati mostrano l’assistente del miliardario spiegare in dettaglio ai suoi follower come lavarsi i denti o andare in bagno in assenza di gravità. Maezawa e il suo assistente sono i primi turisti giapponesi nello Spazio dal 1990, quando un giornalista giunse a bordo della stazione sovietica Mir.

GUARDA IL VIDEO di Yusaku Maezawa

110,5 milioni per un dipinto, segreto sulla missione

Il mecenate del Sol Levante sembra proprio non badare a spese, avendo investito cifre impressionanti sia nel mondo dell’arte che per ciò che riguarda il turismo spaziale. Nel 2017 ha stupito tutti per aver sborsato ben 110,5 milioni di dollari per il dipinto di Jean-Michel Basquiat del 1982 “Untitled” Quanto abbia investito per la sua gita nello spazio, invece, non è chiaro, anche per la segretezza mantenuta attorno a tutta l’operazione. Quel che è certo è che, anche stando ai precedenti, viaggi simili costano diverse decine di milioni di dollari.

Intanto, il viaggio concluso oggi segna il ritorno al turismo spaziale di Roscosmos, dopo più di dieci anni.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *