Attualità

Mike Tyson si fuma il veleno di rospo. I segreti del Bufo Alvarius

Mike Tyson si fuma il veleno di rospo. I segreti del Bufo Alvarius. Solo nominare Iron Mike riporta alla mente la carriera di uno dei pugili più talentuosi di sempre, con un percorso agonistico costellato di grandi vittorie e cadute rovinose.

Dopo gli esordi vincenti, sin da giovanissimo, arrivano le stigmate del predestinato e i trionfi successivi, con quattro anni di dominio assoluto, confermano le attese e le previsioni sul suo conto. Poi arrivano i guai, l’accusa di stupro, la galera, il ritorno sul ring fino al famoso “incontro del morso”, quello al suo rivale di sempre Evander Holyfield.

Insomma, dire Tyson vuol dire talento ma anche sregolatezza, abuso, dipendenza. Da quel periodo tormentato, fatto di tanti bassi e isolati picchi verso l’alto, sono passati circa vent’anni. Iron Mike è tornato alla ribalta delle cronache per l’uso di cocaina e cannabis ma recentemente, in una lunga intervista rilasciata al New York Post, ha dichiarato di sentirsi decisamente meglio.

Mike Tyson si fuma il veleno di rospo: da quando e perchè?

A fare la differenza sembra sia l’assunzione di veleno di rospo, per la precisione di veleno di Bufo Alvarius:

“Sono più creativo, riesco a concentrarmi, sono più presente come uomo d’affari e imprenditore ed è così perché ho fumato il veleno del ‘Bufo alvarius’. L’ho provato quattro anni fa per sfida. Facevo uso di droghe pesanti come la cocaina e quindi perché no? Sono entrato in un’altra dimensione, e sono come ‘morto’ durante il mio primo viaggio”.

A sentirlo si potrebbe pensare all’ennesima scellerata abitudine di un ex pugile tormentato, invece il Bufo Alvarius avrebbe realmente cambiato la vita di Tyson:

“Fumare questo veleno mi ha insegnato che non sarò qui per sempre, tutti abbiamo una data di scadenza. A quei tempi ero un relitto, il mio avversario più duro ero proprio io e avevo una bassa autostima. Il rospo ti spoglia dell’ego, ti aiuta a raggiungere il massimo potenziale. La gente vede come sono cambiato da allora”.

Dopo aver solleticato la curiosità dei suoi interlocutori, Iron Mike scende nei dettagli: in questi quattro anni ha raccontato di aver fumato il veleno del rospo 53 volte, in rare occasioni usufruendone pure tre volte in un solo giorno.

“Le persone con un grande ego hanno una bassa autostima. Usiamo il nostro ego per sovvenzionarlo, il rospo spoglia l’ego. Lo scopo del rospo è raggiungere il massimo del tuo potenziale”. Da quel “primo viaggio” in cui credette di morire, Tyson oggi si dice profondamente cambiato.

Oltre ad aver ritrovato una certa serenità personale, si è ricongiunto con la sua famiglia e ha perso oltre quaranta chili. Tyson, per accedere più facilmente al veleno ha deciso di mettere su un vero e proprio allevamento di Bufo Alvarius e lo ha fatto nel suo ranch nel sud della California. Il Bufo Alvarius è un anfibio del Messico ed è conosciuto come il rospo del deserto di Sonora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *