Politica

Lockdown per non vaccinati? Letta sta con le Regioni

Il segretario del Pd, Enrico Letta, sposa pieno la linea rigorista dei presidenti delle Regioni sull’ipotesi del “Modello Austria” e lockdown per non vaccinati. Cresce dunque il fronte politico che chiede al Governo un rafforzamento del Green Pass così da consentire l’accesso ai locali pubblici solo a chi è vaccinato o guarito dal Covid.

“Sono per la linea più rigorosa che possa esserci”, ha detto il segretario Dem Letta.

Non penalizzare i no vax ma premiare chi si è vaccinato con nuove misure sempre collegate alla suddivisione in colori. Questa, secondo quanto si apprende, la linea che verrà discussa oggi alla Conferenza delle Regioni.

Il fronte delle Regioni si allarga

In prima fila il presidente della Conferenza delle Regioni e Governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimilano Fedriga. Poi Giovanni Toti (Liguria), Luca Zaia (Veneto), Attilio Fontana (Lombardia), Giuseppe Occhiuto (Calabria), Vincenzo de Luca (Campania), Donato Toma (Molise) e Nicola Zingaretti (Lazio).

Il governo frena su lockdown mirato

Palazzo Chigi ha fatto sapere che al momento il lockdown dei non vaccinati non è allo studio, nonostante la spinta delle Regioni e di Enrico Letta (Pd) per evitare strette e divieti a chi è immunizzato. Intanto ieri l’Italia ha segnato il record di nuovi contagi da 6 mesi a questa parte. Siamo all’inizio della quarta ondata che dai Paesi dell’Est inevitabilmente tocca in parte anche il nostro Paese, dove i casi sono raddoppiati in due settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *