Spettacolo

Buon compleanno Sophie Marceau! icona perennial

Buon compleanno Sophie Marceau. Dal “Tempo delle mele” Sophie Marceau ha creato una carriera di film e look incomparabile. Oggi compie 55 anni e il suo charme è alle stelle.

Era il 1980 quando “Il tempo delle mele” contagiava un’intera generazione di adolescenti di tutto il mondo. L’attrice aveva appena 14 anni e in poche settimane fu catapultata nell’Olimpo delle star.

Diventata immediatamente un’icona nazionale, inizia qui la carriera di attrice e in seguito regista, sceneggiatrice e scrittrice.

L’identikit di Sophie Marceau

Sophie Marceau, pseudonimo di Sophie Danièle Sylvie Maupu, è nata a Parigi il 17 novembre 1966, sotto il segno dello Scorpione.

Ancora adolescente ha esordito a soli 13 anni nel mondo del cinema, scelta dal regista Claude Pinoteau, per il ruolo di protagonista nel film Il tempo delle mele (1980), riscuotendo un grande successo.

Il film, seguito da Il tempo delle mele 2, le è valso nel 1983 il Premio César come “Miglior attrice promettente”. Grazie a queste pellicole, inoltre, la casa di produzione Gaumont le ha proposto un contratto in esclusiva per un milione di franchi.

Negli anni Sophie Marceau ha dimostrato di saper spaziare dai ruoli romantici a quelli drammatici, oltre a produzioni internazionali come Braveheart (1995), al fianco di Mel Gibson, Sogno di una notte di mezza estate (1999) con Rupert Everett, Anna Karenina (1997) e, soprattutto, nel capitolo di 007 Il mondo non basta (1999), nei panni di Elektra King, affascinante ma spietata avversaria di James Bond.

Da regista, Sophie Marceau ha esordito con L’aube à l’envers, un cortometraggio di 9 minuti che ha inaugurato la rassegna del Festival di Cannes del 1995. Nel 2002 esce invece il semi-autobiografico Parlami d’amore con Judith Godrèche, seguito nel 2007 dal thriller La disparue de Deauville (conosciuto anche col nome di “Trivial”), da lei scritto, diretto e interpretato.

La vita privata di Sophie Marceau

Per quanto riguarda la vita privata, Sophie Marceau ha due figli: Vincent, nato nel 1995 dal legame durato 16 anni (dal 1985 al 2001) con il regista polacco Andrzej Żuławski, e Juliette, nata nel 2002 dalla relazione durata 6 anni (dal 2001 al 2007) con il produttore Jim Lemley.

Nel 2007 è si lega all’attore Christopher Lambert, conosciuto sul set del film Trivial, ma i due si sono separati nel 2014.

Last but not least, la Marceau è impegnata nel sociale come madrina di Arc-en-ciel, un’associazione che si dedica ai bambini malati.

Contro la pena capitale

La Marceau fa parlare di sé per un gesto clamoroso: ha infatti rifiutato la più alta onorificenza francese, la Legion d’Onore, perché il medesimo riconoscimento era stato da poco conferito a Mohammed Bin Nayef principe ereditario dell’Arabia Saudita, Paese in cui vige la pena di morte.

Sul suo account twitter, la Marceau ha spiegato i motivi del rifiuto ritwittando un post che riporta un articolo del noto quotidiano Le Monde. L’articolo, intitolato “Arabia Saudita: Legion d’Onore e decapitazioni”, ricorda come l’Arabia Saudita sia uno dei Paesi che esegue più condanne capitali al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *