Attualità

Black Friday, D’amore: “un classico esempio di glocalizzazione” – VIDEO

É tempo di Black Friday il classico venerdì in cui c’è una scontistica molto attraente per quelli che sono i consumatori che decidono di acquistare e spendere dei soldi per poter acquistare cose che normalmente non acquistano durante l’anno. Il Black Friday rappresenta un fenomeno sociale, un fenomeno che porta con sé una discreta parte di aneddotica, poiché sull’origine non si sa molto, non ci sono fonti ufficiali che attestino la reale origine di questo fenomeno. “Il Black Friday è un classico esempio di glocalizzazione” precisa il professor Marino D’amore, sociologo della comunicazione presso l’università Niccolò Cusano.

Come nasce il Black Friday?


Alcuni ipotizzano una leggenda metropolitana in cui nell’ultimo venerdì detto Black Friday si vendessero gli schiavi a buon prezzo, gli schiavisti negli stati uniti. Altri hanno immaginato che fosse una finestra che dava inizio alle compere, agli acquisti della fase pre natalizia, una cosa che ci accompagnasse gradualmente fino al Natale.   Altre notizie – prosegue D’Amore – ci dicono che il venerdì nero si chiamava in questo modo perché i registri contabili dei negozi segnavano in rosso le perdite ed in nero i guadagni. Quindi il Black Friday, data la forte scontistica, era contrassegnato da continui numeri in nero che attestavano effettivamente dei guadagni esosi e gratificanti per il commercio.

Black Friday, fenomeno sociale?


É sicuramente un fenomeno sociale, un tipico esempio di glocalizzazione, ossia di globalizzazione declinato nel locale. Perché dall’America, si è diffuso in tutto il resto del mondo ed è diventata una pratica comune. La stessa cosa potremmo dire di halloween in un ambito di significato completamente diverso. Oggi è una connotazione commerciale – spiega D’Amore –  ci aiuta a capire come l’economia abbia subito un forte influsso dalla globalizzazione e ci renda tutti protagonisti di un mercato unico.  Un mercato che è soggetto alle mode ed alle tradizioni che vengono dagli Usa, che successivamente si diffondono come modello socio culturale ed in questo caso anche economico nel resto del mondo.

Clicca qui per il video

Clicca qui per articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *