Lavoro e Formazione

Giovani e mondo del lavoro: il sondaggio di Marco Salerno

Giovani e mondo del lavoro: il binomio vincente per guardare al futuro con fiducia. Il primo problema è favorire l’ingresso dei giovani al lavoro, e non è neppure una problematica recente, il secondo è di migliorare l’accesso, cercando di chiarire meglio le regole del gioco. Pensare alla carriera, per i ragazzi e le ragazze, è giusto e in egual modo importante. E’ l’unico modo per pensare ad un progetto futuro. Marco Salerno, psicoterapeuta, col sondaggio proposto, chiede agli studenti di raccontare il futuro dei sogni con l’obiettivo di portare a termine il progetto di ricerca.

L’importanza del valore umano. Sono le persone, nelle aziende, a fare la differenza

Innovare l’orientamento alla carriera è una priorità e un modo per fornire ai giovani un sostegno, in un momento di grande incertezza, e offrire servizi che li mettano nelle condizioni di affrontare la complessità di un mondo in costante evoluzione. I servizi di orientamento, inclusi quelli universitari, giocano un ruolo chiave per equipaggiare al meglio i nostri giovani nel percorso verso il loro futuro. Dopo quasi due anni di smart-working ci troviamo nella condizione di comprendere come sta cambiando il mercato del lavoro, quali sono le competenze richieste per entrare nel job market dopo il percorso universitario o dopo alcuni anni dalla laurea e dove si annida il job mismatch che consente di individuare i veri bisogni delle imprese al fine di allineare le competenze e le conoscenze dei candidati con le esigenze organizzative. Pensare di non tenere in considerazione i valori e i bisogni delle persone durante questo processo, sarebbe un errore fatale che influenzerebbe notevolmente la motivazione e la retention dei propri collaboratori. Ormai è sempre più chiaro che sono le persone che lavorano all’interno di un’azienda che fanno la differenza.

Il sondaggio è funzionale alla ricerca

Giovani e mondo del lavoro: la situazione non è la stessa in tutto il mondo, ma è ovunque complessa. Fenomeni come la great resignation in atto negli USA, sono un significativo campanello di allarme che ci impone di cambiare rotta e prendere maggiormente in considerazione le persone, con i loro valori e bisogni affinché’ siano risorse produttive ed affidabili. Rinnovare la career orientation è una sfida per fornire ai giovani un valido sostegno in questo periodo di incertezza e metterli nella condizione di affrontare ben equipaggiati un mondo lavorativo in continua evoluzione. Da qui l’idea di un team composto da professionisti di diversi settori – corporate, finanza e carriere internazionali – e da un esperto di HR – specializzato in psicologia clinica e organizzativa e in career coaching – di sviluppare una ricerca partendo da una mappatura complessiva di quanto esiste già ora sul mercato in questo settore. Al centro di questa ricerca la partecipazione di voi studenti, laureandi e laureati, possibili fruitori di un servizio di orientamento del domani, ad un questionario con l’obiettivo, da un lato, di poter costruire insieme un supporto sempre più rispondente ai vostri bisogni, e dall’altro, di individuare gli strumenti migliori che possano consentire a voi giovani di accedere al mercato del lavoro e di soddisfare le esigenze aziendali e organizzative in continua evoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *