Sport

Teramo-Ternana presentata da Antonio Valbruni, Allenatore

Teramo-Ternana presentata da Antonio Valbruni, Allenatore

L’ex allenatore della compagine abruzzese, apprezzato opinionista televisivo, ci parla della partitissima in programma oggi (diretta Cusano Italia tv dalle 16.30)

La Ternana è stata fondata nel 1925, ed è oggi la cinquantesima squadra per tradizione sportiva F.I.G.C.

Le Fere contano partecipazioni alla serie A, la più recente nell’edizione 1974-1975 grazie al celebre gioco corto dell’allenatore Corrado Viciani ,precursore di un credo calcistico basato sul gioco corto, sistema tattico moderno e spettacolare che per primo contribuì a svecchiare il tradizionale “Gioco all’Italiana”.

La società ha nel ruolo di Presidente Stefano Bandecchi, imprenditore dal fine intelletto che ha saputo unire intuizione e creatività accrescendo il proprio sapere e le proprie esperienze in diversi ambiti. Fondatore dell’Università Telematica Niccolò Cusano e, dal 2017, è il massimo dirigente della Ternana Calcio con notevoli capacità a livello calcistico, in fatto di preparazione e organizzazione. Per questa stagione il Presidente ha scelto per l’obiettivo di vittoria del campionato, dopo tre tentativi, il tecnico Cristiano Lucarelli. Livornese come lui, ha militato nel Valencia, nel Torino, nel Lecce, da calciatore, di ruolo attaccante. Nel 2004-2005 è stato il capocannoniere della serie B con la maglia del Livorno.

Come tecnico l’attuale timoniere rossoverde ha una carriera discreta col Livorno, con il Perugia e lo scorso anno è stato a Catania. Dispone in campo la squadra col modulo 4-2-3-1 : in porta Iannarilli, bravo tra i pali a lui si deve il successo nel confronto diretto col Bari, salvando il risultato in diverse occasioni. Tanta personalità nelle uscite, offre sicurezza alla difesa, portiere di sicuro affidamento.

La linea difensiva a 4 vede a destra Defendi, ex Atalanta e Bari, autore del bellissimo gol della vittoria contro la sua ex squadra, il Bari. Una rete da far vedere alle Scuole Calcio, per la sua bellezza realizzativa. Sa inserirsi molto bene, il capitano, sulla fascia destra in fase offensiva: il suo rendimento è sempre positivo anche in fase difensiva.

Tra i difensori centrali troviamo il croato Kontek, che ha realizzato il parziale 1-1 contro il Bari sabato scorso. Ottimo senso della posizione, forte di testa e in anticipo: elemento importante. Suo compagno di reparto, dopo l’infortunio di Celli, la società, tornata sul mercato, gli ha messo lo sloveno Boben, in prestito dal Livorno: possiede un fisico importante, forte di testa, discreto con i piedi, dà personalità e buona certezza, al reparto difensivo. A sinistra l’eterno Mammarella: un piede mancino chirurgico come pochi, dal quale si deve la concretizzata rimonta con la terza forza del torneo. Calcia molto bene le punizioni e i calci d’angolo in maniera impressionante.

Davanti alla difesa a destra l’ex Teramo, Bassano e Pescara Proietti: un regista perfetto, anche bravo nell’interdizione. E’ un giocatore di spessore che sa costruire con un’ottima visione di gioco. Di fianco a lui nel pacchetto mediano Palumbo , già della Salernitana e del Trapani, milita da sei anni a Terni: elemento di spessore tra i migliori della categoria, dotato di un ottimo dribbling, tecnicamente valido, si inserisce molte bene in fase offensiva, Palumbo è un cursore instancabile, peraltro dotato di tenace attaccamento alla maglia e della sana determinazione nel raggiungimento degli obiettivi.

Davanti alla linea di centrocampo a destra il barese Partipilo, capocannoniere del campionato con ben 13 reti. L’ex atleta della Virtus Francavilla, cresciuto nel settore giovanile del Bari, ha realizzato 2 reti al San Nicola nel confronto con la sua ex squadra nella gara d’andata togliendosi una grossa soddisfazione per chi non ha creduto in lui. Giocatore molto mobile, sa farsi trovare al posto giusto in area di rigore; in questa fase del campionato ha avuto un leggero calo fisico, sempre in continuo movimento durante la gara, pericoloso in area.

Regista centrale Falletti Dos Santos  calciatore certamente di altra categoria, penso che sia l’elemento che ha fatto fare il salto di qualità alla Ternana. L’urugagio calcia molto bene con entrambi i piedi, ottimo dribbling in corsa, perfetto su palla inattiva al limite dell’area di rigore, riesce in inserimenti perfetti nell’azione offensiva, un vero leader. A sinistra Furlan, ex Brescia e Bari: molto mobile, bravissimo negli inserimenti in avanti, sa crossare come pochi, elemento indispensabile nel gioco della Ternana in entrambe le fasi.

In avanti Vantaggiato, una carriera importante in A a Bologna, in B con Pescara, Torino, Parma e Livorno. In campo è molto grintoso e nello stesso tempo generoso, spazia su tutto il fronte d’attacco, sempre insidioso, in area di rigore, molto furbo nel farsi trovare sempre pronto nell’area piccola (vedi Vibo Valentia, quando ha segnato una fondamentale doppietta nell’ultimo quarto d’ora, n.d.r.).

La Ternana ha a disposizione una rosa ampia con attaccanti importanti come Torromino, Ferrante e il montenegrino Raicevic. Sulla fascia difensiva l’esterno Frascatore, a centrocampo calciatori importanti come Paghera, Damian, Salzano, senza dimenticare l’utilità di Peralta.

In difesa la società umbra ha saputo recuperare dall’infortunio l’ex Teramo Celli, e il centrale difensivo Suagher.

QUI TERAMO – Dopo la vittoria di Catania, i tifosi del Teramo non possono che essere soddisfatti della compagine biancorossa. I calciatori biancorossi sono molto concentrati per questa gara di cartello. Penso che se giocano determinati come queste ultime gare, il risultato non sfuggire alla squadra biancorossa.

Il popolare allenatore abruzzese conclude con un sentito e spontaneo “Forza Teramo”. Ci sta.

Diretta su Cusano Italia tv canale 264 del digitale terrestre dalle 16.30 con il pre-partita commentato da Alessandro Laureti (www.ternananews.com) e Andrea D’Aloisio (“Il Centro”). Il dopo-gara vedrà tra i commentatori Massimiliano Tangorra, oltre 450 partite giocate tra i professionisti, moltissime nel Bari, di cui è stato anche allenatore giovanile; Antonio Valbruni, ex allenatore del Teramo. In mezzo la signora capacità d’analisi del direttore del “Corriere dello Sport”, Ivan Zazzaroni.

Arbitra il Sig. Francesco Cocco della sezione AIA di Reggio Calabria: suoi assistenti i molfettani Fabio Pappagallo e Maurio Dell’Olio. Il quarto ufficiale designato è il romano Mario Perri. Il fischietto calabrese ha diretto 16 partite dispensando 74 cartellini gialli e 7 “rossi”: 5, i calci di rigore decretati.

Buona partita, a Tutte e a Tutti.