Politica

Crisi di Governo. Conte e i nuovi volti a Palazzo Chigi.

Con le dimissioni di Giuseppe Conte si apre formalmente la crisi di Governo e i suoi sviluppi sono ancora ignoti. Il premier spera di poter rientrare a Palazzo Chigi a fronte di un nuovo incarico ricevuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ma ad oggi continua a ripetere quanto difficile sia la situazione.

Si iniziano comunque a pensare alle figure che potrebbero sostituire il premier per formare un nuovo Governo. Al posto di un Conte Ter, inizia l’appello dei papabili per Palazzo Chigi. Con qualche novità.

Appello dei papabili a Palazzo Chigi

Al governo uno tra i più quotati, Mario Draghi ex Presidente della Banca centrale Europea, ma non solo: è stato infatti Governatore della Banca d’Italia, membro del Consiglio Direttivo e del Consiglio Generale della BCE nonché membro del Consiglio di amministrazione della Banca dei regolamenti internazionali.

Nel toto premier figura anche Marta Cartabia, la prima donna ad aver ricoperto la carica di Presidente della Corte Costituzionale. Secondo voci di palazzo, la giurista, potrebbe subentrare a Conte qualora Draghi rifiutasse l’incarico.

Un altro nome, già noto in queste vesti, è quello di Carlo Cottarelli. Editorialista ed economista italiano. Potrebbe essere lui infatti a sostituire il premier Giuseppe Conte dopo le dimissioni. Già nel 2018, prima che l’avvocato del popolo entrasse a Palazzo Chigi, Cottarelli era stato incaricato dal Presidente della Repubblica per formare un nuovo Governo, ma la sua carica, accettata con riserva dallo stesso economista, durò solamente 3 giorni.

Anche Roberto Fico rientra tra i nomi dei potenziali candidati premier poiché il presidente della Camera aveva già ricevuto dal Colle un mandato esplorativo nel 2018 per verificare se vi fossero le condizioni per formare una maggioranza tra Pd e M5s.

Sempre come sostituto alla presidenza del Consiglio, potrebbe ricevere l’incarico per formare un nuovo Governo anche Dario Franceschini, capodelegazione del Partito Democratico e ministro dei beni culturali e del Turismo nel Conte II.

Altra figura proposta sempre in ambienti Dem è quella del ministro dell’economia Roberto Gualtieri. O ancora, circola l’indiscrezione su un possibile accordo per portare il segretario del Pd Nicola Zingaretti a Palazzo Chigi, affiancato da un vice del M5S.

Restate connessi sul nostro canale del 264 del digitale terrestre o in streaming per rimanere aggiornati!