Attualità

Chiara Colosimo, cons. FdI Lazio: “Scandalo mascherine insabbiato mediaticamente. La Procura faccia giustizia”

Chiara Colosimo, consigliere FdI in Regione Lazio, è intervenuta ai microfoni della trasmissione “Cosa succede in città”, condotta da Emanuela Valente su Radio Cusano Campus. Chiara Colosimo ha presentato, ad aprile, la prima interrogazione sulla “truffa” delle mascherine.

La vicenda 

 La Regione Lazio a marzo aveva commissionato la fornitura di mascherine ffp2 e ffp3alle Echo Tech srl, una piccola società di Frascati, comune dei Castelli Romani, alle porte di Roma, con un capitale sociale di 10mila euro che fino a fine marzo era specializzata in impianti a led. Per queste mascherine, mai arrivate, la Regione Lazio ha dato un acconto di poco più 14mila euro. L’a piccola azienda ne ha restituiti quasi 2 milioni. 

Sul caso mascherine fantasma nel Lazio

“Mi auguro che questa vicenda non sia finita nel dimenticatoio anche in Procura, perché risultano aperte ben 5 inchieste in Italia e una a Lugano, mi auguro che almeno una di queste possa portare alla verità e a fare giustizia. Sono stati dati 14 milioni, la Ecotec finora ha restituito circa 2 milioni, ne mancano ancora 12. Mediaticamente non se ne parla più di questo fatto, eccetto alcuni coraggiosi come voi. Io per riuscire a fare uscire questo scandalo sulle mascherine ho dovuto fare varie interrogazioni. Se la Regione Lazio fosse stata guidata da un governatore di centrodestra sarebbe stato diverso, abbiamo visto quello che è successo con Fontana. E’ stata istituita una commissione speciale sul Covid che però ancora non si è insediata, non so, forse stanno aspettando la terza ondata. Io non credo che i 12 milioni torneranno alla Regione Lazio, perché è evidente che quella società non li abbia avendo un capitale sociale di 10mila euro. Mi auguro che la Procura di Roma possa fare chiarezza sul giro che hanno fatto questi soldi”.

 Sulle elezioni a Roma

“Io candidata sindaco? Sono e resto a disposizione di Giorgia Meloni e di FDI, fermo restando che per Roma ci vuole soprattutto una coalizione compatta. Una volta che i tre leader si saranno accordati sul nome farò la mia parte come ho sempre fatto”. 

Riguardo all’inchiesta di Report su FdI

“Mi ha fatto molto rabbia perché sono andati a tirare fuori questioni vecchissime. Maietta non fa parte di Fdi da molti anni. Guarda caso, oggi che il nostro partito è primo nei sondaggi si è andati a tirare fuori episodi molto vecchi, che sono sicuramente di meno rispetto ad altri partiti come il PD. Report si è dimostrato megafono del centro sociale della Rai”.