Lavoro e Formazione

HERACLE: alla scoperta del sistema educativo francese con un seminario internazionale online

H.E.R.A.C.L.E. LAB – il Centro di Ricerca Unicusano sull’Educazione alla Salute – e Università di Martinica organizzano il Seminario di Cooperazione Internazionale. Un excursus formativo e una grande opportunità di apprendimento per gli studenti della facoltà di Scienze della Formazione dell’Ateneo Niccolò Cusano.


a cura di Michela Crisci


Maurizio Alì, antropologo, giornalista e professore interverrà Martedì 15 Dicembre 2020 (ore 15,00 su piattaforma zoom) al seminario di cooperazione internazionale, organizzato da HERACLE in collaborazione con l’Università della Martinica e rivolto agli studenti di Scienze della Formazione della Unicusano. Un appuntamento da non perdere per conoscere meglio il sistema educativo francese.

Strategie e tattica dell’inclusione scolastica in Francia

Il sistema educativo francese è stato tradizionalmente identificato come un modello paradigmatico di performance, efficacia e giustizia sociale. Si tratta, tuttavia, d’un’immagine stereotipata. In effetti, i dati disponibili mostrano che la scuola repubblicana ha fallito nella sua missione di fornire un’istruzione di qualità a tutti i cittadini francesi. Questa dinamica è particolarmente evidente tra gli studenti con bisogni educativi speciali.

Nonostante certi discorsi politici tendano a identificare le cause dell’insuccesso scolastico con il modello multiculturale e con le dinamiche dell’ambiente familiare (le famiglie sono accusate di non adempiere alle proprie responsabilità genitoriali), le cause reali sono diverse. Si tratta di ostacoli strutturali e ideologici che sono radicati nella storia francese e nelle dinamiche postmoderne che si inscrivono nel sistema economico globale.

Il seminario, che segue il Seminario Internazionale svolto qualche settimana fa con l’università di Glasgow e anticipa il prossimo che ci sarà a gennaio, ha il duplice obiettivo di presentare la storia del modello francese di inclusione scolastica, il suo funzionamento, le pratiche didattiche (spesso frutto dell’arte di arrangiarsi del personale educativo) ma anche, e soprattutto, i dibattiti che animano la comunità scientifica francese quando si parla di scuola.

Relatore dell’interessante dibattito sarà Maurizio Alì, antropologo, giornalista e Maître de conférences (professore associato) e responsabile dell’attività di ricerca all’Institut National Supérieur du Professorat et de l’éducation della Martinica. Ma il suo curriculum non si ferma qui. È anche membro del Centre de Recherches et de Ressources en Education et Formation dell’Università delle Antille, dell’Equipe d’Accueil Sociétés Traditionnelles et Contemporaines en Océanie presso l’Università della Polinesia Francese e del Centre interuniversitaire d’études et de recherches autochtones dell’Università di Montréal; inoltre ha realizzato numerose missioni etnografiche in America latina, in Oceania e nel Sudest asiatico.

Programma Seminario

  • Introduzione: l’Italia e la Francia, due modelli d’inclusione
  • Educazione e performance scolastica: la grande illusione
  • Le origini: il regime dell’esclusione De Gaulle e la costituzionalizzazione del principio di non-esclusione
  • Il post ’68: le rivendicazioni delle famiglie e l’avvento del principio d’integrazione
  • Il Terzo Millennio e la scuola inclusiva
  • Il sistema scolastico francese ed i dispositivi d’educazione inclusiva
  • Nei panni degli acrobati: il ruolo degli insegnanti e del personale scolastico
  • I dibattiti su:
    • L’handicap mentale e l’emergenza dei nuovi disturbi
    • L’inclusione degli studenti allofoni, stranieri, rom, sinti e caminanti
    • La questione autoctona e la scolarizzazione dei popoli indigeni e nativi
    • Didattica a distanza ed inclusione: il gran paradosso
  • Conclusione

Vi state chiedendo perché partecipare? Per avere uno sguardo critico sui sistemi educativi internazionali soprattutto in tema di inclusione.

Il link sarà inviato direttamente agli studenti partecipanti. Per informazioni e prenotazioni, inviare e-mail a: annamaria.mariani@unicusano.it