Lavoro e Formazione

Tourism management: quale è il legame tra sport e turismo?

Il Prof. Marco Valeri, docente di Organizzazione Aziendale, ci parla del forte legame tra sport e turismo in occasione della partnership siglata tra Unicusano e Federgolf Regione Lazio. Intervista nel programma Unicusano Sporting Club in onda su Radio Cusano Tv Italia e condotta da Riccardo Borgia e Ronald Giammò.

Tourism Management, Golf e Ricerca Scientifica

Prima curiosità a cui ha risposto il Prof. Valeri riguarda il suo nuovo ruolo di coordinatore della partnership tra Unicusano e il ‘Comitato Regionale Lazio e Umbria della Federazione Italiana Golf’.

Lo sport è da sempre un forte attrattore turistico e, in quanto tale, rientra a pieno titolo nelle tematiche del tourism management. Il connubio sport -turismo è da sempre oggetto di studi internazionali. Questo è stato uno dei motivi per cui, presso la Unicusano, si è deciso di avviare questo rapporto di collaborazione per promuovere una tipologia di sport che, sebbene conosciuto, è pur sempre di nicchia. Sarebbe interessante studiare come un evento sportivo sul golf possa attirare turisti. Tutti gli eventi sportivi e culturali necessitano di una progettazione organizzativa”.

Una connessione reale tra sport e turismo, accumunati dalla stessa ‘mobilità’.

“Il turismo, cosi come lo sport, presuppongo la mobilità di persone che decidono di sportarsi, per semplice passione o svago, dal proprio territorio di origine usufruendo di servizi turistici.”

Una mobilità ad oggi ridotta o limitata a causa dell’emergenza sanitaria vissuta pochi mesi fa. La ripartenza post lockdown non è semplice.

Il settore turistico è il settore economico più danneggiato dalla pandemia covid e non ha ancora avuto il giusto sostegno economico per ripartire. Mi auguro che il Governo mantenga l’impegno di prorogare la scadenza dei bonus vacanza fino al 2021 e che metta in programma una ulteriore misura a sostegno del settore concedendo agevolazioni fiscali a chi decide di trascorrere le vacanze in Italia.

L’Italia è il giardino d’Europa, come sostenne il celebre Dante. Eppure la ricerca scientifica italiana nell’ambito del tourism management è lenta.

L’Italia rispetto ad altre realtà internazionali ha enormi potenzialità di sviluppo. Ad oggi si contano pochissimi corsi di studi in questo settore. Eppure è un settore in forte espansione e guardato con interesse da tante realtà industriali. Penso per es. all’Audi che vede con forte interesse tutti gli eventi legati allo sport – turismo.”

L’Università Niccolò Cusano ha avviato – con il coordinamento scientifico del Prof. Valeri – anche una serie di studi internazionali e partnership internazionali con l’obiettivo di creare sinergie accademiche.

“In questi ultimi anni ho avuto il piacere di avviare rapporti di collaborazione con importanti centri di ricerca europei. Il nostro intento è stato quello di rintracciare il miglior modello di business che potesse rafforzare la competitività della destinazione turistica Italia. Parte dei risultati sono stati già pubblicati su Current Issues in Tourism, noto journal inglese, che, per la prima volta, sintetizza le dinamiche del comparto dell’intermediazione turistica italiana utilizzando la metodologia quantitativa della network analysis. La ricerca è stata condotta in collaborazione con il Prof. Rodolfo Baggio, Università Bocconi, uno dei pochi italiani esperti di network analysis nel turismo e nome molto apprezzato a livello internazionale”.

Master in Tourism Management: è ancora una buona scelta?

Viaggi e turismo per far carriera? Sì è ancora una buona scelta. Questo settore – secondo i dati 2018 dell’Enit – in Italia rappresenta il 13,2% del PIL nazionale e dà occupazione a 3,5 milioni di persone. Anche se il Covid-19 – secondo il Cerved Industry Forecast – ha avuto un impatto devastante sul turismo con una previsione di perdita che va oltre il 70%; ora più che mai è il momento di ripartire insieme investendo economicamente e professionalmente nel Tourism Management. È pur sempre un giro d’affari di oltre 232 miliardi di euro.
Il Tourism Manager è colui che si occupa della promozione e del rilancio turistico di un dato territorio, supervisionando tutte le attività legate alle industrie del turismo e dell’ospitalità. È un campo multidisciplinare che prepara a posizioni dirigenziali nel settore alimentare, ricettivo e turistico.

Per maggiori info, scopri il Master online della Unicusano qui oppure compila il form e sarai richiamato.

***Articolo a cura di Michela Crisci***