Attualità

Marina, il gatto sindaco che celebra i matrimoni a Gravellona Lomellina.

Siamo andati nel comune di Gravellona Lomellina, un piccolo paese in provincia di Pavia dove i matrimoni civili vengono celebrati da… Un gatto! Il suo nome è Marina ed è stata adottata qualche tempo fa da Massimo Rossi un dipendente comunale e da quel momento i due sono diventati inseparabili tanto da essere sempre a fianco del suo amico umano, anche a lavoro!

Il gatto sindaco

“Lavoro come dipendente comunale a Gravellona Lomellina dal 1987 quindi quest’anno compirò 33 anni di lavoro. La storia delle gatte sindaco è nata ufficiosamente nel 2005 e ufficialmente nel 2010: nel 2005 avevo trovato Ciccetti la prima gatta sindaco, fuori la porta dell’Archivio. Così con l’aiuto dell’allora Assessore Ratti (cognome divertente vista la storia!), poiché non era ancora Sindaco, Ciccetti entrò a far parte della nostra famiglia! Nel 2009 purtroppo Ciccetti venne a mancare per la leucemia felina e gli altri colleghi quasi mi costrinsero a prenderne un’altra e così subentrò Pippi: da quel giorno la notizia del gatto sindaco fece il giro dei mass media, cominciarono a parlarne tutti i quotidiani nazionali e non, anche i telegiornali! Poi però purtroppo venne a mancare anche a lei e così prendemmo Marina.”

La giornata tipo

“Ogni mattina io e Marina ci svegliano, ci prepariamo e andiamo a lavoro. A volte capita anche di celebrare qualche matrimonio, cosa che non era accaduta con gli altri due gatti. Per ora ha preso parte a ben tre celebrazioni, due ufficiali uno ufficioso per un programma di qualche tempo fa della Rai. Molte persone esprimono il desiderio di farsi sposare da Marina, una coppia addirittura è venuta qui nel nostro comune da Venezia! Marina è diventata ormai parte integrante della nostra vita, me per anche quella di tutti i giorni, per i miei colleghi, lavorativa. Un gatto in ufficio ma anche qualsiasi altro animale ovviamente, fa aumentare la produttività di tutto il gruppo nel nostro caso o dell’azienda se parliamo di una realtà più grande. Non potremmo più immaginare la nostra giornata lavorativa senza un gatto come Marina al nostro fianco!”