Politica

Delrio (PD): “Il Paese non ha solo bisogno di leggi, ma anche di uno scatto etico”

Graziano Delrio, capogruppo del Pd alla Camera, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Manovra

“La prima cosa era evitare che aumentasse l’Iva –ha affermato Delrio-. Poi con il taglio del cuneo fiscale abbiamo dato più soldi in busta paga ai lavoratori. Adesso dobbiamo lavorare su crescita, lavoro ed investimenti. Bisogna far ripartire l’economia e proteggere di più le famiglie. Ci sono grandi riforme che sono pronte e che danno un segnale anche dal punto di vista culturale. Prima si parlava di condono fiscale, adesso si parla di lotta all’evasione fiscale. Il Paese non ha solo bisogno di leggi, ma anche di uno scatto etico. Tutti dobbiamo fare la nostra parte perché senza un impegno di tutti dalle crisi non si esce. Vogliamo fare un grande piano per il lavoro. Questi 3 miliardi di taglio del cuneo fiscale devono diventare 6 l’anno prossimo, in modo che un lavoratore italiano guadagni come un lavoratore francese. Dobbiamo poi investire in un’industria che diventi sempre più verde e rispetti l’ambiente. Mettere soldi nelle aziende che investono in questa transizione ecologica è uno dei provvedimenti che creerà posti di lavoro”.

Crisi della banca Popolare di Bari

“Noi nel 2015 abbiamo fatto una grande riforma delle Popolari e delle banche di credito cooperativo perché volevamo aiutarle. Ma non possono diventare un modo per nascondere familismi, favori ai politici e agli imprenditori locali. Questa grande riforma ha rafforzato le banche popolari italiani, pochissime banche non hanno voluto entrare in questa riforma, tra queste la Popolare di Bari. Se Bankitalia ha mancato di vigilanza è chiaro che chi ha sbagliato debba pagare, la verità deve venire fuori, per questo ci sarà una commissione d’inchiesta, ma il PD non fa i processi prima che i fatti vengano evidenziati. Penso che Bankitalia non dovrebbe essere al centro delle esternazioni quotidiane dei politici, prima di parlare bisognerebbe avere tutti gli elementi”.