Lavoro e Formazione

Frolla: il progetto di inclusione del biscottificio di Osimo che d lavoro ai ragazzi disabili

Un progetto interessante e di inclusione che nasce ad Osimo, in provincia di Ancona dalle menti del pasticcere Jacopo Corona e Gianluca Di Lorenzo, operatore sociale all’interno della cooperativa Roller House di Osimo da tempo impegnata in iniziative solidali  rivolte a persone con handicap. Il progetto prevede di dare lavoro a persone disabili e con handicap e prende il nome del biscottificio da cui tutto si è sviluppato: Frolla.

Jacopo Corona, uno dei due ragazzi fondatori del progetto è intervenuto a Radio Cusano nel programma Un Giorno Da Ascoltare.

Frolla

Questo progetto ha come fine l’inserimento di persone disabili nel mondo del lavoro, è partito come sperimentale circa un anno e mezzo fa con l’apertura del laboratorio in cui abbiamo lavorato con esperti su come togliere ad esempio le barriere architettoniche poiché abbiamo ragazzi in carrozzina, ragazzi down quindi volevamo aprirlo un po’ a tutti e far fare a queste persone un po’ di tutto: dalla creazione dei biscotti, all’impacchettamento dei vari prodotti fino anche alla vendita al pubblico. Lo scorso anno siamo partiti con tre ragazzi e mano a mano ci siamo espansi sempre di più fino ad arrivare attualmente ad avere quattordici ragazzi che lavorano con noi anche perché in maniera progressiva stiamo cercando di ampliare anche i nostri prodotti producendo sempre più dolci.

La risposta dei clienti

Abbiamo chiuso le produzioni per Natale perché quest’anno abbiamo creato anche troppi prodotti: lavoriamo molto anche con il nostro bar in cui si produce molto soprattutto nel fine settimana con le colazioni e gli aperitivi. I clienti sono numerosissimi, facciamo circa quattrocento colazioni a settimana complice anche la location in cui ci troviamo che è molto piacevole. Abbiamo puntato molto sul non trasmettere la pena ma anzi puntiamo tutto sulla qualità di quello che creiamo e vendiamo perché non stiamo facendo beneficenza ma vogliamo soltanto inserire sul mondo del lavoro le persone meno fortunate di noi!