Salute e benessere

Profilo di un uomo maltrattante: perfetto con gli altri, un mostro in casa!

Uomini che maltrattano le donne: questo è l’argomento che riprende il titolo del celebre libro di Bancroft trattato a Un Giorno Da Ascoltare con la Dott.ssa Serenella Salomoni all’interno della rubrica Quello che le Donne non dicono.

Perché un uomo maltratta la propria donna

Un uomo maltrattante è un uomo insicuro, su questo non c’è alcun dubbio: la vittima è sempre una donna debole che, anche per l’amore dei figli spesse volte non riesce a chiudere una relazione malata con un uomo che la maltratta; la violenza applicata da questi soggetti è per lo più psicologica ma purtroppo sfocia spesso anche alla violenza fisica perché questa sorta di uomo cerca di imporsi in tutti i modi sull’altra persona ma c’è di più! Se la donna non riesce a chiudere la relazione con un uomo che la maltratta è anche perché ha attorno a se persone che le dicono che in fondo è un bravo uomo, che tutto sembra tranne che una persona violenta; questo accade perché l’uomo maltrattante che è quasi sempre affetto da narcisismo patologico ed è molto incline al tradimento, ha una doppia faccia, ha una sorta di maschera: si comporta in maniera impeccabile con le altre persone facendo credere che lui sia una persona perfetta, amorevole e attenta ma poi riversa tutte le sue frustrazioni dovute anche al fatto di rendersi conto che questa perfezione non riuscirà mai ad ottenerla, sulla propria donna che vede come di sua proprietà! L’uomo violento ha una doppia faccia, lui è entrambe le cose: una persona simpatica, brillante, quasi perfetta quando è in compagnia degli amici, dei familiari o dei familiari della propria compagna o moglie e un mostro in casa! Ed è anche per questa ragione che una donna si lascia affascinare da un narcisista e poi non riesce facilmente a dire basta ai maltrattamenti, perché non trova appoggio della famiglia, degli amici che la convincono che in fondo sia una brava persona e che episodi di questo genere possono capitare quando in realtà sappiamo bene che non deve essere così ma anzi, che occorre denunciare al primo segno di violenza fisica ed allontanarsi immediatamente se le violenze verbali si ripetono, se il proprio compagno ci fa sentire una nullità, se ci sminuisce, se non c’è fiducia e soprattutto se manca la libertà!