Spettacolo

Antonio Zequila e la sua lotta contro il femminicidio: “Con il mio film Donne e Donne, voglio spronare le Istituzioni a fare di più contro questa piaga sociale!”

Antonio Zequila torna a parlare su Radio Cusano a Un Giorno Da Ascoltare con Misa Urbano e Arianna Caramanti per denunciare il femminicidio anche attraverso il suo nuovo film Donne e Donne in uscita a gennaio ma che verrà presentato a Campo San Martino in provincia di Padova lunedì 25 novembre in occasione della Giornata Internazionale Contro il Femminicidio.

Donne e Donne

Quando mi hanno proposto questo film sono stato molto contento non solo come attore ma anche e soprattutto per il tema trattato affinché sia da auspicio per le Istituzioni a fare di più contro questa piaga sociale. In occasione della presentazione del film a Campo San Martino lunedì 25 novembre ci sarà anche un flash mob, parteciperanno i ragazzi delle scuole del Comune che metteranno le scarpe rosse e verrà con me Arianna David che in passato ha subìto stalking.

Sul femminicidio

Sarebbe il caso di parlarne di più anche se le Istituzioni stanno facendo dei piccoli passi in avanti anche con l’introduzione del Codice Rosso che inasprisce le pene ma la cosa che ancora manca è la certezza della pena. Io sono molto drastico, se fossi al governo introdurrei l’ergastolo per chi commette crimini contro le donne e i bambini e poi costruirei nuovi carceri: in Italia ci sono tante caserme dismesse, ecco, quelle le userei per crearne di nuove! Sarò anche medioevale ma sono drastico: a Pietro Maso una signora ha lasciato una somma di denaro molto grande e allora mi chiedo perché non li abbia dati agli ospedali o alle associazioni a favore delle vittime di violenza. Le vecchiette che hanno soldi da donare non li diano ai criminali o alla chiesa ma a chi li merita davvero! Ad ogni modo voglio ricordare a tutte le donne di denunciare subito appena si subisce anche il minimo atto di violenza, è l’unico modo per fermare questi uomini che ragionano ancora con i genitali, sono maschilisti e vogliono che la donna sia la loro sottomessa!

Il suo rapporto con le donne

Io sono un uomo all’antica, credo ancora molto nei ruoli e per questo è l’uomo che deve fare il primo passo, deve conquistare la donna: a me piace coccolare l’altra persona, aprirle lo sportello della macchina, corteggiarla continuamente, cosa che ormai si è persa con questi social! Al giorno d’oggi sembra come se i rapporti si creino esclusivamente attraverso le chat ed è molto triste! Deve essere sempre l’uomo a fare l’uomo, non mi piacciono le donne sfrontate che fanno il primo passo! Molte volte mi sono capitate situazioni imbarazzanti con donne che non mi piacevano e non sapevo come fare per svincolarmi!