Sport

Roma. Tornano l’Appia Day e la Magnalonga, per gli amanti della bici

Due grandi iniziative per gli amanti della bicicletta, firmate Legambiente, avranno luogo a maggio a Roma. Si tratta dell’Appia Day prevista per il 12 maggio e del Magnalonga, organizzata sabato 18 maggio.

Appia Day e Magnalonga, due feste per gli amanti della bici e dell’aria aperta

Due feste che nascono con la specifica volontà di mandare un messaggio all’amministrazione capitolina. L’Appia Day, la grande festa della consolare, è nata tre anni fa per chiedere la pedonalizzazione del tratto romano della regina viarum. Non solo. Si vuole, infatti,  individuare fino a Brindisi, una nuova modalità di fruizione intermodale.  La Magnalonga, invece, avrà luogo il 18 maggio ed è un’iniziativa che si ripete da ben 11 edizioni. In occasione della terza edizione dell’Appia Day, organizzato da Legambiente insieme a un ampio comitato di associazioni e patrocinato dal Comune di Roma e dalla Regione Lazio, la passeggiata in bicicletta si svolge lungo l’Archeograb.

Quest’ultimo non è altro che il tratto archeologico del Grab, il grande raccordo anulare delle bici. Un paesaggio molto amato dai ciclisti per via della sua bellezza evocativa. Il percorso di 18 chilometri del 12 maggio, affronterà alcune tappe e luoghi simbolo dell’area. Gli Arco di Druso, la Caffarella, la Vigna Cardinali e la Villa dei Quintili sono solo alcune delle tappe che i partecipanti percorreranno. Ai partecipanti verrà distribuita una mappa dell’Archeograb, cartacea e virtuale. A ogni tappa verrà apposto un timbro sulla mappa. I partecipanti che avranno raccolto tutti i timbri riceveranno in premio una maglietta e una borraccia.

Alla Magnalonga, invece, con una quota di partecipazione di 15 euro, si mangia, si beve e si assiste a performance musicali e artistiche. Il percorso del 18 maggio sarà di 20 chilometri, da percorrere rigorosamente in bici. Cinque tappe che si articoleranno nell’area nord della città. Un giro che partirà da piazza Sempione, giungendo fino a agli stand sistemati presso il parco Nemorense, per concludersi di nuovo a piazza Sempione.

                                                                                                                                          fonte DIRE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.