Politica

Nogarin (M5S): “Porto in Europa la mia esperienza di sindaco”

Filippo Nogarin, sindaco di Livorno ed esponente del M5S, è stato ospite negli studi di Radio Cusano Campus durante il programma “L’Italia s’è desta” condotto dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti: “Porto in Europa la mia esperienza di sindaco. Casaleggio Associati? Non influenza assolutamente l’azione politica del M5S. Il primo incontro tra Grillo e Casaleggio avvenne a Livorno, la genesi del M5S scatta lì. Il Pd è diventato peggio della Dc e viene a farci la morale su cos’è la sinistra?”

Sul limite del doppio mandato nel M5S e la sua candidatura alle elezioni europee

 “Come M5S ci siamo dati delle regole che sono abbastanza chiare –ha affermato Nogarin-. Abbiamo sempre detto di non svolgere questo della politica come un mestiere. Io ho fatto il primo mandato da sindaco di Livorno, avrei potuto continuare per un secondo mandato, ma lì si sarebbe conclusa la mia esperienza all’interno del M5S. Proprio in quest’ottica ci siamo interrogati e ho pensato di portare questa mia esperienza amministrativa di sindaco all’interno di altre istituzioni. Comunque, in questo momento nel M5S c’è un dibattito in corso proprio sulla parte normativa relativa agli enti locali perché lo spirito originario del M5S è sempre stato quello di avere una porta aperta all’interno delle istituzioni per poter raccogliere la migliore società civile. Pensate al Blog di Beppe Grillo che, senza dare una connotazione partitica e di appartenenza, era un contenitore all’interno del quale si potevano trovare eccellenze di qualsivoglia pensiero. Era un polo di discussione, di elaborazione e l’essere lì dentro contaminava positivamente tutti quelli che partecipavano a questo ragionamento. Il Movimento nasce così e vuole continuare ad essere così. Il limite dei due mandati in qualche modo vuole sgomberare completamente dal campo la possibilità di creare politici professionisti, quindi persone che attraverso la politica utilizzano il trasformismo per sedere su una poltrona e poi su un’altra e poi su un’altra ancora”.

Sulla Casaleggio Associati

 “Non influenza assolutamente l’azione politica del M5S. La Casaleggio Associati un contenitore all’interno del quale si possono sviluppare alcune cose. Beppe Grillo e Gian Roberto Casaleggio si sono conosciuti a Livorno, durante uno spettacolo teatrale di Beppe e da lì è iniziato il percorso del M5S. La genesi curiosamente scatta lì. Gian Roberto Casaleggio ha permesso all’intuito e alla visione di Grillo di potersi affacciare al mondo del web, da lì c’è stata la nascita del Blog e tutto ciò che ne è conseguito”.

Sulle critiche del Pd al reddito di cittadinanza

 “Quando Renzi era premier venne a Livorno e per fare una battuta mi disse: è contento sindaco che il Partito Comunista ha donato alla città la bandiera storica del PCI? Io ho risposto: sì, sono fiero perché rappresento una città che ha generato il crocevia del PCI che, al di là di come la si pensi, è stato un contenitore di idee eccezionale. E feci una battuta a Renzi: finalmente puoi prendere la bandiera della DC e la puoi appiccicare al simbolo del Pd. Non è molto distante dalla verità quello che gli dissi. Questo in effetti è diventato il PD, anzi secondo me è diventato molto peggio. Oggi curiosamente il PD va a fare la morale a sinistra al M5S che in realtà di azioni politiche di sinistra concretamente ne ha fatte tantissime”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.