Spettacolo

Grazia Di Michele: “Roma è un disastro, così non l’ho mai vista”

Grazia Di Michele, nome noto della musica italiana, cantautrice e musicoterapeuta, è intervenuta a Radio Cusano Campus, nella trasmissione “Cosa succede in città”, con Emanuela Valente, per presentare la rassegna sulla canzone d’autore “A Tu per tu con…”, in scena dal 23 marzo al 14 aprile al Teatro Golden di Roma, della quale è direttrice artistica. L’artista ha parlato della kermesse, della sua carriera, di musica e di Roma. Grazia Di Michele è romana.

Sulla rassegna musicale.  E’ un progetto nato da pochissimo, da un paio di mesi, da un incontro con il direttore del Teatro Golden Andrea Maia. Ero andata a teatro a vedere uno spettacolo e ho notato che lo spazio di questo teatro è perfetto per una rassegna in cui cantautrici e cantautori possano raccontarsi. Non è un teatro classico, è come un’arena con lo spazio scenico circondato dalle sedie. Ho così pensato di chiamare alcuni amici artisti che si esibiranno dal 23 marzo al 14 aprile. Per citare alcuni nomi, Morgan, Alberto Fortis e Rossana Casale, Bungaro, Syria, Mariella Nava. Anche io sarò in scena. Sono cantautori che stimo molto, al di là dell’amicizia. E poi ci sarà spazio per giovani cantanti che apriranno ogni sera la rassegna. La cantante che salirà sul palco con me si chiama Giulia Pratelli ed è bravissima”.

Grazia e i giovani. “Conosco tanti giovani, dopo 14 anni di “Amici” ho continuato a fare scouting in giro, masterclass, ho delle accademie, lavoro nei conservatori. Quando trovo dei ragazzi interessanti cerco sempre di coinvolgerli in progetti fatti bene e importanti. I giovani cantanti che parteciperanno alla rassegna li ho capati ben bene, sono bravi e interessanti ben bene. C’è per esempio Francesco Rainero che ha aperto il concerto di Francesco De Gregori e ha vinto lo scorso anno “Musicultura”, ha aperto i concerti di Ligabue,.

Sul programma Mediaset “Amici di Maria de Filippi”. “L’ho vissuto tanto, sono stata dentro con passione, amore, curiosità e gioia, Avevo fatto il pieno e avevo bisogno di dedicare più tempo ad altro. E’ stato giusto così. Poi ho partecipato al programma “Pequenos gigantes”, ho lavorato con i bambini, mi sono laureata in Giurisprudenza, sono musicoterapeuta. “Amici” toglieva tanto spazio e tanto tempo, adesso sono più libera di organizzare altre cose.

Sui giovani cantanti italiani. Mi sono coccolata, dai tempi di “Amici” Pierdavide Carone. Anche se quest’anno non è riuscito a partecipare a Sanremo, sono cose che succedono, l’importante è continuare a fare buona musica. Sanremo non è tutto quello che succede oggi nella musica in Italia.

Su Sanremo. “Mi è piaciuta molto la canzone che ha vinto il Festival “Soldi”. Mi piace il suo mondo sonoro, l’ho trovato interessante. Mi piace anche “Ultimo”, lo trovo maturo.

Sulla città di Roma. “E’ un disastro. La vedo sporca, sciatta, poco curata, è sempre meravigliosa perché è la mia città ma è disordinata e protetta come meriterebbe. Una città forse in mano ad altre amministrazione sarebbe uno splendore. Devi stare attento quando cammini a non cadere in una buca, non c’è la differenziata e non si riesce a farla, l’immondizia è ovunque. Soprattutto Roma è buia. Ci sono alcune zone, anche in centro, pericolose. Roma deve riprendersi. All’inizio si poteva pensa che questa Amministrazione avesse ereditato problemi preesistenti ma dopo anni comincia ad essere problematico il peggioramento di questi ultimi tempi. Roma così non l’ho mai vista”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *