Attualità

Unicef: a concorso fumetti bullismo vince ‘Cipta’

Rizka Raisa Fatimah Ramli è la studentessa di 17 anni di Makassar, Indonesia, che ha vinto il contest di fumetti internazionale “School Superhero Comic Contest” dell’Unicef e della Comics Uniting Nations. Ha creato un personaggio che aiuta i bambini e i giovani a proteggersi dalle violenze a scuola e fuori. Lo comunica in una nota l’Unicef.

Ho creato ‘Cipta’ per portare attenzione sulle violenze e sul bullismo che i bambini in Indonesia

‘Cipta’ nome del personaggio è un supereroe immaginario che dà ai bambini un taccuino per disegnare oggetti che a loro volta prendono vita e fermano violenze e bullismo. “Ho creato ‘Cipta’ per portare attenzione sulle violenze e sul bullismo che i bambini in Indonesia e nel mondo affrontano ogni giorno”. Ha dichiarato Rizka Raisa Fatimah Ramli. ” Attraverso il disegno, sento che il mio personaggio è vivo e posso avere controllo sui bulli. Spero di poter ispirare molte persone, soprattutto bambini, a raccontare le loro storie e, se non possono direttamente, a farlo attraverso il disegno”.

Il contest di fumetti è stato lanciato dall’Unicef e Comics Uniting Nations a ottobre 2018

Il contest di fumetti, lanciato dall’Unicef e Comics Uniting Nations a ottobre 2018, chiedeva ai bambini e ai giovani di creare un supereroe dei fumetti che sconfiggesse Silenzio. Si tratta di un personaggio soprannaturale che usa il suo potere sui bambini perchè non denuncino e agiscano contro la violenza a scuola e fuori. Sono arrivate circa 3.600 adesioni da giovani di oltre 130 paesi e più di 23 mila voti attraverso il sito web del contest per determinare il vincitore. Rizka adesso collaborerà con una squadra di professionisti per produrre un fumetto su Cipta. Il suo fumetto sarà presentato ai Leader del Mondo al Forum Politico di Alto livello sullo Sviluppo Sostenibile. Questo si terrà a luglio 2019 alle Nazioni Unite, e sarà distribuito nelle scuole e ai bambini in tutto il mondo.

“Il numero delle straordinarie adesioni ricevute rappresenta un grande messaggio da parte dei bambini e dei giovani che vogliono rompere il silenzio sulle violenze e sul bullismo a scuola”. Ha dichiarato Paloma Escudero, direttore della Comunicazione dell’Unicef. La violenza a scuola e fuori può avere conseguenze devastanti e di lungo periodo sulle vite dei bambini. Il contest di fumetti internazionale è stato ideato per incoraggiare i bambini e i giovani ad essere parte della campagna globale dell’Unicef #ENDviolence.

                                                                                                                                                             Fonte DIRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.