Lavoro e Formazione

Come studiare velocemente? 5 tecniche di lettura strategica

Nell’arco di un anno, 1 lettore su 2 legge al massimo 3 libri. Gli italiani non sono proprio dei campioni di lettura. Tuttavia è possibile memorizzare informazioni velocemente e leggere un libro al giorno. Come? A spiegarlo Matteo Salvo, unico italiano che ha conseguito l’International Master of Memory ai campionati mondiali di memoria. L’autore di “Come leggere 1 libro al giorno” spiega quali sono le tecniche di lettura strategica.

5 tecniche di lettura strategica

  1. Visione di insieme: è importante acquisire una visione d’insieme mettendo a fuoco l’obiettivo della nostra lettura. In primis, è necessario individuare i macrotemi studiando l’indice, poi soffermatevi sulle parole “grilletto” (come «in sintesi», «ricapitolando», «concludendo») che possono aiutarvi a riassumere l’argomento appena letto.
  2. Skimming: ovvero fai una scrematura del testo attraverso una ricerca visiva orientativa e veloce dei concetti chiave nel testo.  
  3. Messa a fuoco: focalizzare i contenuti importanti combinando la tecnica dello skipping (saltare le parti non rilevanti del testo) e dello scanning (visualizzazione selettiva)
  4. Raccontare: per diventare padrone di un argomento, è necessario rielaborare i contenuti personalmente e raccontare i concetti acquisti ad altri. Infatti spiegando ad altri un argomento, questo viene appreso e memorizzato meglio.
  5. Ripetere: una volta consolidate le informazioni e create mappe concettuali, ad intervalli di tempo prestabiliti è necessario fare dei ripassi per consolidare le informazioni nel lungo periodo.

Come applicare le tecniche di memoria allo studio?

Sia che dobbiate studiare un manuale di studi giuridici, sia che siate alle prese con le dispense o i libri universitari, applicare le tecniche di memoria allo studio vi aiuterà ad imparare velocemente ottenendo grandi vantaggi. 

Tra le tecniche di memorizzazione per studiare velocemente rientrano:

  • Tecnica dei Loci: consiste nell’applicare un luogo e un itinerario al nostro tema; nel dettaglio ad ogni tappa sarà associata una keyword.
  • Imagines Agentes:  ricordiamo le nozioni attraverso l’uso di immagini ad esse associate.
  • Parole di Velcro: semplici parole da associare ai concetti che vogliamo ricordare, sfruttandone la rima. Un esempio? Uno-Nessuno, Nove-Piove, ecc.

Ricorda, infine, che alla base di un buon metodo c’è sempre una buona organizzazione: pianificare lo studio, calcolare i tempi (e anche le pause da concedersi) e concentrarsi applicando le tecniche di lettura strategica.

Non vi resta che fare un salto sull’e-commerce di Edicusano, la casa editrice dell’Università Niccolò Cusano e acquistare un buon libro sui cui applicare i nostri piccoli consigli!

 

***Articolo a cura di Michela Crisci***

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *