Attualità

Bomba d’acqua su Roma, allagamenti e disagi nelle vie della Capitale

Una bomba d’acqua si è abbattuta ieri sera sulla Capitale causando danni e disagi.  Sono stati circa 120 gli interventi dei Vigili del Fuoco, a causa delle violente precipitazioni. La zona est di Roma è stata quella più colpita quando la pioggia si è trasformata in grandine. L’acqua ha raggiunto quasi 50cm, allagando stazioni metro e strade. Sono stati molti, infatti, gli automobilisti rimasti intrappolati nelle proprie auto. Nel corso della serata si sono registrati forti disagi nelle zone di via Tiburtina, Via Collatina e Via Prenestina.

Chiuse stazioni metro e allagamenti in gran parte delle zone della città

Chiuse, sempre ieri sera, le stazioni della Linea A Colli Albani, Lucio Sestio e Cinecittà e la stazione di Pietralata sulla metro B. Sospesa anche la stazione Euclide della ferrovia regionale Roma-Viterbo. Ferme le linee dei tram delle linee 5- 14 e 19 a Porta Maggiore. Tra le vie più colpite c’è sicuramente via Palmiro Togliatti, all’incrocio con via Prenestina, dove vetture e guidatori sono rimasti intrappolati nelle automobili. I Vigili del fuoco e la Squadra Sommozzatori, giunti sul posto insieme agli uomini della Protezione civile, hanno provveduto a tirare fuori gli occupanti dalle auto.

L’acqua ha raggiunto l’interno di negozi al piano stradale allagandoli completamente. Numerosi gli interventi dei soccorritori per via di alberi e rami pericolanti. Nel corso della notte la sindaca di Roma Virginia Raggi ha fatto sapere su Facebook che ci sono stati “diversi allagamenti in alcuni quartieri della Capitale, in particolare nel quadrante est. Siamo subito intervenuti con volontari, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Polizia Locale, e squadre del Simu e dell’Ama. Abbiamo prontamente riunito il COC, Centro Operativo Comunale, per coordinare al meglio le operazioni. Ringrazio tutte le squadre che questa notte lavoreranno senza sosta sul territorio per ripristinare piu’ velocemente possibile la normalità. Ci scusiamo sin d’ora per i disagi”.

                                                                                                                                                       Fonte DIRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *