Politica

Reddito di cittadinanza, Stasolla (Ass. 21 luglio): “Andrà anche ai rom”

Reddito di cittadinanza.  Carlo Stasolla (Presidente dell’Associazione 21 Luglio) è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta da Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano: “Il reddito di cittadinanza andrà anche ai rom, qualcuno già sta chiedendo informazioni. Decreto sicurezza? Se passerà molti rom nei campi regolari finiranno per strada nella totale illegalità. Video del baby rapper rom di Milano? Proverei a leggere il testo tra le righe, è un grido d’aiuto”

Reddito di cittadinanza ai rom

“Circa un settimo dei rom vive nei campi, sono circa 5000 con la cittadinanza italiana –ha affermato Stasolla-. Sicuramente loro potranno usufruire del reddito di cittadinanza, dato che non si possono discriminare persone su base etnica. Se si stanno già informando? C’è un certo interesse, qualcuno chiede, ma ancora non si hanno elementi su come si potrà avere questo reddito”.

Decreto Salvini

 “Nel decreto sicurezza non si parla di rom, anche se Salvini a margine della conferenza stampa ha fatto questo doppio salto mortale dicendo che saranno superati i campi rom –ha dichiarato Stasolla-. Ci sono moltissimi rom che hanno il permesso di soggiorno per motivi umanitari e vivono nei campi regolari, se passa questo decreto molte persone regolari diventeranno irregolari. Chi ha questo permesso è perché sta in Italia da 3-4 generazioni, venendo meno questo diritto questa persona diventa invisibile, non avrà più nessun diritto e si ritroverà per strada. Da una situazione di legalità si passa all’illegalità piena e quindi si cade nell’emergenza. L’emergenza fa comodo, perché significa flusso di denaro incontrollato, paura delle persone, spostare voti”.

Superamento campi rom

 “In questi mesi si stanno chiudendo diversi campi rom in varie città italiane con successo, con processi inclusivi cioè dando le case alle persone –ha affermato Stasolla-. Tutto in maniera molto tranquilla e senza bisogno della ruspa. Quando ai rom vengono date opportunità, queste vengono accolte. Noi lavoriamo con quelli che vivono nei campi, non è mai una scelta, è una condizione in cui ci si trova. Ci sono casi isolati di singoli individui che sono usciti dall’insediamento con grande fatica, sfido chiunque ad affittare la casa ad una famiglia rom che vuole uscire dal campo, ma non basta la forza di volontà delle persone che vogliono uscire dai campi”.

Sul video del baby rapper rom di Milano

 “Proverei a leggere il testo tra le righe come grido d’aiuto –ha affermato Stasolla-. Cosa nella società non ha funzionato quando ci sono persone, ci sono gruppi, ci sono minori che dicono questo? Io proverei a fare una riflessione più profonda rispetto a quello che dicono Meloni e Salvini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.