Lavoro e Formazione

Come diventare consulente bancario: studi e opportunità

Come diventare consulente bancario è una curiosità che ti stuzzica da tempo? Sei affascinato dal rutilante mondo della finanza? E’ indubbio che il mondo giri intorno ai soldi e, di conseguenza, intorno a chi i soldi li sa gestire. Al netto della poesia, perciò, è bene concentrarsi sulle competenze ed avere quelle giuste fa la differenza tra il successo e la disoccupazione.

Lavorare con le banche richiede titoli di studio precisi, capacità di seguire l’attualità e voglia di mettersi costantemente in gioco. Sta a te capire se hai questi requisiti e se hai voglia di metterci sopra fiche su questo tavolo. A noi, invece, sta creare una guida in grado di darti maggiori lumi.

Se hai voglia di schiarirti le idee su come fare consulenze bancarie, cosa studiare e dove andare dopo la laurea, ecco l’articolo che stavi cercando e che ti fugherà diversi dubbi.

Come diventare consulente bancario? Parti dalle base. Cioè? Parti da una laurea in Economia che non è economica ma ti mette su un alto (ed alto) gradino in un mercato molto concorrenziale dove la qualità fa la differenza.

Un modo furbo per farlo è studiare con le università telematiche perché le potete seguire a distanza e, grazie ai videocorsi, negli oprari che più vi fanno comodo.

Ti suggeriamo i corsi di laurea dell’area economica dell’Università Niccolò Cusano che sono:

Corso di laurea in economia aziendale e management

E’ di durata triennale ed è utile per mettere in cascina i concetti di base su tutto ciò che riguarda la finanza, l’economia, la matematica e la statistica. E’ un iter didattico importante e ricco di approfondimenti su diverse discipline e in grado di formare lo studente per lo svolgimento di più mansioni.

Cosa si impara? Si acquisisce know-how su:

  • consulenza aziendale nelle diverse forme e nei differenti settori dell’area aziendale e dei mercati finanziari;
  • supporto e della consulenza alla clientela in riferimento ai servizi finanziari e commerciali svolta prevalentemente alle dipendenze di istituti bancari, assicurativi e finanziari;
  • rilevazione, elaborazione, gestione e monitoraggio e analisi di dati statistici utili a fini descrittivi e previsionali nei diversi ambiti aziendali.

Corso di laurea magistrale in scienze economiche

E’ perfetto se desideri approfondire il tuo precedente percorso triennale andando più a fondo circa le discipline economico-finanziarie.

Considera che, quando avrai completato il tuo iter, è prevista una prova finale che è un’elaborazione e una discussione di una tesi di laurea davanti ad una Commissione, che sancisce ufficialmente il raggiungimento del tuo traguardo accademico.

Maggiori informazioni, comunque, le trovi da solo chiamando il numero verde 800.98.73.73.

Capito questo, è bene che tu metta altri paletti al come diventare consulente bancario mettendo a fuoco il concetto di consulente finanziario.

Corso per consulente finanziario

Ottima idea diventarlo ma cosa fanno i consulenti finanziari? Si tratta di esperti finanziari personali qualificati che ti aiutano a decidere quali prodotti presenti sul mercato rispondono alle tue esigenze.

In sintesi, il ruolo del consulente finanziario consiste nel “determinare le tue particolari esigenze d’investimento sulla base della tua situazione finanziaria, del tuo stile di vita e dei tuoi obiettivi, e poi nel raccomandarti prodotti idonei”.

Quali sono i prodotti del consulente finanziario? Di base sono:

  • fondi d’investimento;
  • polizze assicurative;
  • piani pensionistici;
  • mutui con le migliori soluzioni per te.

Quali percorsi didattici seguire per diventare un consulente finanziario? Ci sono tanti master specializzati in merito e la scelta sta a te. Il consiglio è di incrociare l’aspetto economico (quello che ti puoi “permettere”) con quello logistico.

I requisiti di un master in consulenza finanziaria fatto bene ti devono portare, a fine studi, a saper fare queste cose;

  • occuparsi della pianificazione finanziaria e della gestione del portafoglio clienti;
  • garantire la dovuta accuratezza delle attività di tutti i clienti e mantenere elevati standard etici;
  • monitorare i trend di mercato;
  • elaborare strategie finanziarie;
  • realizzare acquisto o vendita di prodotti d’investimento;
  • ricercare, raccogliere ed analizzare dati per prendere decisioni efficaci e redditizie per conto dei clienti;
  • comunicare con altri professionisti quali agenti immobiliari ed avvocati;
  • fornire consulenza in tema di investimenti;
  • acquistare e vendere prodotti finanziari per conto dei clienti;
  • sviluppare un database dei clienti;
  • contattare i clienti ed organizzare incontri;
  • mantenere una documentazione informatizzata;
  • eseguire report finanziari.

Se tutto questo know-how rientra nell’offerta formativa, l’opzione è valida.

Come diventare promotore finanziario

Per rispondere alla domanda si deve partire da una certezza e cioè dalla definizione di cosa fa un promotore finanziario. Secondo fonti importanti, si tratta di “un professionista che, per conto di una banca o un ente di credito, vende i servizi dell’azienda. Sarà quindi il promotore a spiegare al cliente il miglior servizio che può acquistare e a consigliarlo sul pacchetto più idoneo alle sue esigenze”.

Come svolgere questa professione? Come diventare consulente bancario?

Devi superare un esame da promotore finanziario a cui puoi fare domanda solo se possiedi i due seguenti requisiti di ammissibilità.

Onorabilità

Per essere un candidato promotore finanziario onorabile non devi:

  • essere inabilitato, interdetto, fallito e neanche condannato ad una pena che comporta l’interdizione, anche nel caso in cui sia solo temporanea, dai pubblici uffici o la non capacità ad esercitare uffici direttivi (Codice Civile articolo 2382);
  • essere soggetto a misure preventive come previsto dalla normativa antimafia, fatta eccezione nel caso in cui si ha la riabilitazione;
  • avere condanne con una sentenza irrevocabile, e anche in questo caso fatta eccezione nei casi di riabilitazione.

Professionalità

Poi ci sono aspetti strettamente correlati alla sfera lavorativa che verranno messi a fuoco durante una prova valutativa, per constatare l’effettivo possesso dei giusti requisiti per intraprendere la professione.

Puoi diventare promotore finanziario entrando di diritto subito nell’Albo dei Promotori Finanziari, senza superare la prova valutativa, se hai avuto esperienze professionali come:

  • agente di cambio abilitato ufficialmente ;
  • negoziatore abilitato ad esercitare la professione nei mercati regolamentari;
  • funzionario di banca o anche di un impresa d’investimento (almeno 3 anni di esperienza in servizi per l’investimento);
  • funzionario di Sim o banche con mansioni di responsabili del controllo interno per almeno tre anni.

Test da consulente finanziario

Prima di affrontare qualsiasi esame tu voglia o debba fare, testati. Cercare di capire la propria preparazione è tutt’altro che sciocco. Come? Ci sono i testi giusti da leggere. quali? Ci sono realtà, come ad esempio Alpha Test, che pubblica da 20 anni il libro di riferimento per tutti i candidati all’esame di consulente finanziario.

Solo così potrai mettere a fuoco l’intero studio teorico della materia e darti una preparazione mirata ed efficace in tutte le discipline richieste che sono le seguenti;

  • Diritto del Mercato Finanziario e degli Intermediari;
  • Disciplina dell’Attività di consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede;
  • nozioni di Matematica Finanziaria e di Economia del Mercato Finanziario;
  • Pianificazione fFinanziaria e Finanza Comportamentale;
  • nozioni di Diritto Privato, Diritto Tributario riguardanti il Mercato Finanziario e Diritto Previdenziale/Sssicurativo.

La cosa bella di questo genere di libri è che si mette l’accento solo sui concetti che effettivamente saranno chiesti nei test ufficiali da consulente finanziario, anche attraverso la risoluzione guidata di quesiti esemplificativi.

Sempre da queste fonti, avrai modo di carpire preziose informazioni sulla piattaforma ufficiale di simulazione del test da consulente finanziario ed avere indicazioni sui criteri di selezione, sull’esame e su come affrontarlo con queste dritte:

  • uso ragionato del tempo a disposizione;
  • tattiche risolutive;
  • gestione delle domande più difficili;
  • capacità di sintesi cognitiva.

*** Se stai leggendo da un paio di minuti questa guida su come diventare consulente bancario, forse ti interessa anche quest’articolo su quali saranno le professioni emergenti ***

Tutto chiaro su come diventare consulente bancario? In caso contrario scrivici e chiedici quello che ancora ti preme sapere e che non hai trovato in questa guida. Aiutaci a migliorare.

Lascia un commento