Attualità

A Napoli primo Conservatorio popolare gratuito e solidale

Napoli e la musica sono un binomio inscindibile. Se si parla di melodia e canzone italiana nel mondo, si parla di melodia e canzone partenopea.

Il Conservatorio Popolare è un progetto d’arte e di inclusione sociale a partecipazione gratuita

La musica può essere è, però, anche un potente strumento per combattere il disagio. E proprio all’ombra del Vesuvio, Forgat Onlus dà vita a ‘Musica per giovani orchestre/Conservatorio Popolare’. Si tratta di un progetto d’arte e di inclusione sociale a partecipazione gratuita. E’ stato ideato, promosso e prodotto da Forgat onlus e realizzato dall’associazione Il Canto di Virgilio alla Domus Ars, centro di cultura. “Il superamento del disagio economico, sociale e di quello generato dalla disabilità attraverso opportunità formative d’eccellenza e professionalizzanti è la mission dell’Associazione”. Ha spiegato Giuseppe Cafarella, presidente Forgat onlus. “Dopo l’esperienza positiva, negli anni scorsi, dell’iniziativa di inclusione sociale e di alta formazione teatrale con la Scuola Elementare del Teatro, diretta dal regista Davide Iodice abbiamo deciso di concentrarci su un nuovo progetto dove protagonista è la musica.”

Giovani con disagio economico, sociale o con disabilità fisica o intellettiva potranno frequentare gratuitamente questo Conservatorio

Giovani con disagio economico, sociale o con disabilità fisica o intellettiva potranno frequentare gratuitamente questo Conservatorio. E’ bene sottolineare però come Forgat ponga al centro del progetto anche la contaminazione con gli ambienti di lavoro per favorire opportunità professionalizzanti. Per noi, la sensibilizzazione alla cultura della condivisione e della solidarietà attraverso la trasferibilità delle opportunità ricevute è fondamentale”. Il 1 settembre 2018 verrà pubblicato online su www.forgatonlus.org il bando di partecipazione aperto a musicisti, allievi musicisti e coristi di età compresa tra i 18 e i 35 con disagio economico o di altro genere.

Il primo ciclo del progetto, che si articola in 3 anni, si svilupperà da ottobre 2018 a giugno 2019 con l’obiettivo preciso di creare una scuola di alta formazione musicale gratuita, dando vita ad un Conservatorio Popolare. Direttori artistici, direttori d’orchestra, musicisti, coristi e maestranze di alto e riconosciuto profilo seguiranno i candidati prescelti nel percorso laboratoriale nel cuore del Centro storico di Napoli, alla Domus Ars in particolare, il compositore e musicista Carlo Faiello e il musicista Enzo Amato.

                                                                                                                                                                                  Fonte DIRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *