Attualità

Scuolemigranti (P. Piva): “Gli iscritti vengono integrati anche nel sociale”

Scuolemigranti: cos’è? Quali sono le caratteristiche della rete? Ne abbiamo parlato a #genitorisidiventa con la presidente Paola Piva, su Radio Cusano Campus. 

Cos’è scuole migranti?

“Scuolemigranti è un’insieme di associazioni che si occupano di scuole di volontariato, per adulti stranieri, grandi e piccole, che si dedicano all’insegnamento della lingua italiana. La lingua è lo strumento principe per accedere al nostro sistema sociale”, ha affermato Paola Piva.

Scuolemigranti, la mission

“Scuolemigranti promuove la formazione di insegnanti volontari e si occupa di sostenere le associazioni, a livello volontario. Tra le persone che si iscrivono, ed entrano a far parte della rete, c’è gente che non ha mai frequentato la scuola, neppure nel paese d’origine”, ha sottolineato Paola Piva. Quando si parla di migranti non si parla mai di formazione. Non viene mai specificato qual è il loro livello culturale, cosa sanno, cosa dovrebbero sapere per stare nel nostro tessuto sociale.

“Uno dei temi emergenti e problemi principali degli adulti è l’alfabeto: è importante saper leggere e scrivere l’italiano, per poter comunicare con gli altri e integrarsi nel mondo del lavoro e nel sociale. Rispetto a quanto accaduto sino ad ora, è possibile affermare che gli studenti imparano abbastanza in fretta.”

Integrazione linguistica e sociale

Scuolemigranti: quali sono gli obiettivi della rete? “Ci occupiamo di integrazione linguistica e sociale, cerchiamo di mettere in contatto gli iscritti con sportelli del lavoro. Le associazioni che fanno parte della rete sono molto ben radicate nel tessuto sociale. A noi sembra che il tema della formazione dei migranti non venga mai dibattuto. Il problema è se tenere per loro le porte aperte o chiuse e nient’altro. Gli immigrati accettati anche nel sociale, e che sono formati, hanno maggiori probabilità di successo”, ha aggiunto la presidente Paola Piva, durante l’intervista.

La clip

Ascolta qui l’intervista integrale

Lascia un commento