Attualità

Disturbi del sonno (P. Innocenti): “L’alcol causa risvegli notturni frequenti”

Disturbi del sonno: è possibile prenotare uno screening gratuito presso ASSIREM e scoprire perché non riuscite a dormire bene e come migliorare la qualità del riposo notturne. Sappiamo che gli adolescenti soffrono di disturbi del sonno, più che in passato, e che è aumentata l’aggressività. In quale relazione stanno i due fattori? “Molti disturbi comportamentali possono essere causati da una carenza di sonno: l’adolescente che non dorme è più irrequieto. Non solo. Nelle fasce giovani si registrano disturbi comportamentali antisociali, bisogna valutare se c’è un problema di quantità di sonno o di qualità”, ha affermato Pierluigi Innocenti.

Mantenere ritmi regolari aiuta

“Il sonno è una cartina al tornasole di una condizione sociale di stress diffusa, essere stressati non concilia le ore di sonno. Generalmente non riusciamo neppure ad anticipare il sonno con un momento di rilassamento. Il miglioramento varia da persona a persona. In linea di massima per recuperare una buona qualità del sonno è necessario mantenere ritmi regolari, notturni e diurni; evitare di fare attività fisica nelle ore serali, tende ad interferire col sonno; e ricordare che anche l’alcol non favorisce il sonno. Anzi, frammenta la quantità di sonno”, ha affermato il presidente di ASSIREM.

La luce blu degli smartphone

“Smartphone, cellulari, PlayStation sono strumenti che emettono un tipo di luce ad onda blu che inibisce la produzione di melatonina e questo ci dà un sonno di qualità scadente. Trenta, quarant’anni fa c’era Carosello che chiudeva la serata, oggi si fa tardi e quando ci si deve alzare per andare a scuola si rimane sonnolenti.” Queste sarebbero alcune delle ragioni per cui i giovani dormono male, secondo le dichiarazioni rilasciate da Innocenti.

“Il sonno per i bambini ha una funzione importante legata allo sviluppo. L’ormone della crescita viene prodotto esclusivamente durante le ore notturne, quindi se non dormono di notte possono avere delle deficienze da un punto di vista sia fisico che mentale.”

 

Ascolta qui l’intervista integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.