Lavoro e Formazione

Millennials e Generazione Z per #costruireilfuturo

Millennials e Generazione Z: saranno loro i protagonisti di un futuro ormai non così lontano ma assolutamente mutevole e per alcuni aspetti ancora indecifrabile. Sono digitali, globali, iperconnessi, stacanovisti ma anche insicuri e tendenzialmente pessimisti sul loro futuro. L’Aied, Associazione Italiana per l’Educazione Demografica, ha deciso di porsi al loro fianco indagandone i sogni, le speranza e le paure ma soprattutto aiutando loro a #costruireilfuturo, un contest nazionale delle idee rivolto a tutti quei giovani compresi nella fascia di età 18-35 anni. Laura Bolletta, una delle organizzatrici della competizione, ha fornito maggiori dettagli sull’evento ai microfoni di Radio Cusano Campus.

Laura, quali sono le priorità dei giovani di oggi?

“Salute, lavoro e libertà sono le priorità dei giovani secondo recenti sondaggi che analizzano i bisogni dei cosiddetti Millennials e della Generazione Z, ovvero dei nati tra gli anni Ottanta e il 2010. Ma le domande da porsi sono altre, ad esempio cosa serve davvero per preparare i ragazzi di oggi a diventare gli adulti di domani? Di cosa avrebbero bisogno per sentirsi più consapevoli e pronti ad affrontare le grandi sfide del futuro? Rispondendo a questi quesiti forniamo il contributo necessario per dotare i giovani degli strumenti idonei ad affrontare un futuro le cui sfide, ad oggi, non sono ancora ben definite”.

Cos’è #costruireilfuturo?

“La sezione di Roma dell’AIED, da sempre vicina alle problematiche sociali, lancia in rete #COSTRUIREILFUTURO, una gara di idee nazionale e mette in palio un premio di 2.500 euro per le proposte migliori. Sarà possibile inviare il proprio progetto a partire dal prossimo 12 giugno”.

Come funziona il Concorso di Idee?

“Come detto la gara nazionale di idee #costruireilfuturo si rivolge ai giovani Millennials di età compresa tra i 18 e i 35 anni, organizzati in squadre da 1 a 4 persone. Al momento dell’iscrizione ogni squadra dovrà avere un capogruppo che, oltre a guidare il team, si farà portavoce dell’idea durante la fase finale del contest che si terrà a Roma sabato 2 dicembre 2017 presso il Grand Hotel De La Minerve. In quella sede, i 5 team finalisti presenteranno la loro idea ad una Giuria che decreterà la squadra vincitrice”.

Di quali idee stiamo parlando? Che caratteristiche debbono avere per avere buone possibilità di vittoria?

“Le idee dovranno essere realizzabili e avere un impatto sulla realtà, coinvolgendo direttamente i giovani. Dovranno aiutarli a sviluppare la loro spinta innovativa e supportarli nell’affrontare in maniera consapevole la costruzione di un nuovo futuro. Gli elaborati verranno pubblicati, in forma anonima, sul sito www.aied-roma.it/costruireilfuturo e potranno essere votati dalla comunità web. Al termine delle votazioni online, la Giuria valuterà tutte le idee pubblicate e attribuirà un voto ad ognuna di esse secondo una scala di valore crescente da 1 a 10. I 5 team finalisti saranno scelti sulla base dei voti ottenuti dalla community on line e da quelli espressi dalla Giuria. Entrambi avranno un peso del 50%”.

Per iscriversi al CONCORSO DI IDEE e candidare la propria proposta cliccare su

http://www.aied-roma.it/costruireilfuturo/

Per ascoltare l’intervista integrale clicca qui sotto

Lascia un commento