Politica

Caso blog Grillo; Lisi (Presidente Anorc) a Radio Cusano: “Grillo ha ragione, vi spiego perché chi si sente diffamato da un post del blog non può prendersela con lui”

Fa molto discutere il caso del blog di Beppe Grillo. Il Pd sta combattendo la sua battaglia ma sulla paternità dei suoi contenuti non si hanno ancora posizioni chiare. Ecco perché è molto prezioso Andrea Lisi, Presidente Anorc (Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale), che è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia. Di seguito cos’ha detto sul tema l’esperto a Radio Cusano Campus, emittente dell’università Niccolò Cusano.

Differenza tra testate giornalistiche online e blog, paternità o no dei testi. Molte sono le questioni da affrontare sul caso del blog di Beppe Grillo. Ne parla in diretta su Radio Cusano Campus Andrea Lisi, Presidente Anorc (Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale):

Sulle polemiche riguardo il blog di Grillo: “Si sta facendo confusione. Il blog di Grillo, così come qualunque altro sito web che non è testata giornalistica, risponde dei suoi contenuti non come un quotidiano, ma come un blog. E i blog vengono amministrati da un determinato gestore che però non pubblica personalmente tutti i post, ne ospita anche altri che appartengono ai singoli autori. Se i singoli autori ritengono di non firmarsi, una persona che si ritiene diffamata non può agire civilmente contro Beppe Grillo. I giudici dovranno verificare se l’autore del post incriminato sia verificabile e se non dovesse esserlo, l’unica cosa che si può fare è chiedere la rimozione del contenuto. Essendo un blog non si applica la legge sulla stampa. L’azione giudiziale del tesoriere del Pd è stata una manovra politica per dimostrare che il blog non è di Grillo, per fare propaganda mediatica e politica”.

ASCOLTA QUI IL PODCAST DELL’INTERVISTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *