Lavoro e Formazione

Gli scacchi entrano in aula come antidoto contro il Bullismo

Dietro le classiche pedine della regina, il re, i cavalieri, le torri e gli alfieri si nasconde un antidoto contro il bullismo e la dipendenza dai videogiochi. Sono tutto questo, gli scacchi, l’antico gioco da tavola, le cui regole, la cui creatività e capacità di concentrazione aiutano i bambini a rispettare le regole e l’avversario.

A raccontarlo è il testo per bambini e ragazzi Matto per la Regina, scritto da Adolivio Capece e Alessandra Fraccon. Il progetto, dal nome Scacchi a scuola è stato proposto dalla Federazione Scacchistica Italiana che, tramite corsi per docenti e strumenti appositi, lo sta sviluppando sempre di più nelle scuola italiane.

Ma per quale motivo?

Perché si basano su regole condivise, diffondono il senso del limite, riducono l’aggressività. E in una scuola, dove si lavora a gruppi con una logica di squadra, operano sia con le potenziali vittime sia con i potenziali “bulli”. Sono una sfida dove non serve la forza, ma la visione strategica e la capacità di imparare dai propri errori” spiega Elisabetta Giribaldi, psicologa e psicoterapeuta dell’età evolutiva.

«Gli scacchi offrono una grande ricchezza di spunti interdisciplinari», commenta Andrea Serpi, formatore della Società Scacchistica Milanese, e continua spiegando che “È possibile invitare i bambini a “diventare” i pezzi, ritagliandosi i costumi e gli accessori caratteristici” E a tutti coloro che vogliono essere Re bisognerà spiegare una grande lezione di vita, che «il Re non è poi così forte e va difeso con l’arrocco. Mentre è la Regina, la Donna, il pezzo più importante, perché può muoversi rapidamente dappertutto».

One thought on “Gli scacchi entrano in aula come antidoto contro il Bullismo

  1. il 29 gennaio 2010 c’è stato il convegno “Scacchi contro il bullismo” organizzato da Rosario Lucio Ragonese.
    Nel libro “A scuola con i Re” c’è un capitolo “Scacchi contro il bullismo” scritto da Carla Mircoli. Tutti gli atti e il video del convegno sono su frascatiscacchi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *