Il Quotidiano Online
dell'Ateneo Niccolò Cusano di Roma

Iscriviti alla Newsletter

    Network

    2 commenti su “Centinaio (Lega Nord): “Unioni civili? Pericolosa degenerazione””

    1. Buongiorno,
      sono Federica…. Ho sposato mio fratello all’estero ( non abbiamo vincoli di sangue). Abbiamo avuto un figlio in modo naturale, ma in Italia dal 1983 esiste l’impedimento matrimoniale anche per parenti senza vincoli di sangue (sia nell’adozione di maggiorenne che nell’adozione di minorenne). Questo impedimento è solo Italiano. In Svezia e in tanti Stati degli USA i matrimoni incestuosi sia di sangue che non sono possibili.
      Ricordo che una sentenza della Corte Europea ha dichiarato che matrimoni non previsti in Italia (omosesusali, incestuosi e poligamici) DEVONO essere trascritti in virtù che un atto pubblico una Sentenza emessa in un Paese dell’UE vale in tutta l’UE.

      Inoltre i signori Leghisti hanno votato nel 2012 il riconoscimento dei figli incestuosi che ora vengono riconosciuti.. ma si sono dimenticati di regolare la relativa famiglia incestuosa…

      Cosa succede quando il figlio incestuoso viene riconosciuto oppure il figlio, una volta maggiorenne chiede il riconoscimento di Paternità-Maternità? Come va regolata quella famiglia.

      E ancora…
      Utero in affitto: in molti Paesi l’utero in affitto è possibile purché si tratti di una parente. Se la sorella vuole tenere il figlio e lo riconosce.. il fratello accetta di vivere con la sorella.. di fatto va regolata questa convivenza!!!!
      Stiamo parlando di incesto volontario o Affitto d’Utero.

      Ricordo anche per i fratelli di sangue esiste la possibilità di fare l’Adozione in casi Particolari, il Riconoscimento oppure generare il figlio esclusivamente con Adozione, Affitto d’Utero o fecondazione Eterologa

      Mi sembra corretto regolare queste unioni, visto che i relativi figli sono stati riconosciuti.

    2. Nel 2012 la Lega e il Parlamento ha riconosciuto la figliazione incestuosa.. va ora riconosciuta la famiglia incestuosa

    Lascia un commento