Il Quotidiano Online
dell'Ateneo Niccolò Cusano di Roma

Iscriviti alla Newsletter

    Network

    3 commenti su “Associazione Sinti Italia: “Rom e sinti bersagliati””

    1. è inammissibile che, seppur una volta catturati, se la cavino con…niente: io ne ho affrontati due che stavano rapinando una anziana passante, coltello loro, coltello io, se non fossero scappati, l’avrei volentieri accoltellati.

    2. eh no non sarebbe successo se all’alt della polizia si fossero fermati, se son scappati è perchè c’hanno torto su qualcosa… assicurazione scaduta o falsa? proprietario possidente di altre 25 auto, ma esiste sto personaggio? e ora torturiamo la diciassettenne (che sempre feccia è) per farle dire i nomi!! sono parassiti sti zingari, ddt

    3. Sono cose che non dovrebbe succedere mai, ma aime succedono, e le cause sono immense, MA di sicuro l’etnia d’appartenenza non c’entra proprio per niente, può succedre perché uno è ubriaco o drogato, o perché delinquente abituale, o perché a commesso dei reati, varie volte è succeso anche perché giovani senza patente, paura dei genitori non si fermano all’Alt, Ma potrebbe succedere anche a persone del tutto normali per una banale distrazione, dove una volta commesso il reato, la paura, il terrore, lo scok non ti permette più di ragionare e comprendere quello che ai appena fatto, travolgendo tutto quello che si ha davanti senza riuscire più e fermarti, Ma quello che è sicuro, a prescindere dall’etnia d’appartenenza, queste persone che causano la morte di altre persone, dovrebbero essere rinchiusi e rimanere senza patente a vita.
      Ma non si può assolutamente istigare tutti i cittadini italiani contro 170 mila Sinti e Rom italiani al 100% ( specialmente solo per vincere delle elezioni) per un reato commesso da singole persone, questo si chiama puro razzismo verso delle minoranze discriminate da più di 600 anni. Se dovessimo calcolare dai reati commessi dalla popolazione maggioritaria in questi 600 anni verso le minoranze Sinte e Rom, chi avrebbe il sacrosanto diritto di essere razzista !!!! Per fortuna il Sinto non ha nell’DNA la discriminazione razziale verso il suo prossimo.
      Radames Gabrielli Sinto italiano al 100%

    Lascia un commento