Il Quotidiano Online
dell'Ateneo Niccolò Cusano di Roma

Iscriviti alla Newsletter

    Network

    3 commenti su “Il vocabolario dei ragazzi di oggi: ecco lo slang giovanile città per città”

    1. a tiru i padda translate A tiro di palla :
      Lo si diceva già 40/50 anni fa’ e significava arrivare subito/ veloce nel momento che ci si doveva incontrare x qualsivoglia motivo ( nn avevamo ne auto ne moto ….x cui a voi la considerazione finale )
      Es. Varda rrivau a tiro i padda ( guarda e’ artivato/a a tiro di palla …come quando si calcia un pallone deriva dal calcio uno dei pochi sfoghi di divertimento ai giorni ns .
      Da qui poi si è sviluppato anche su quanto affermate voi !!!
      Buon lavoro

    2. a Milano la persona anziana si chiama “cchiove” con due c iniziali perché segue la regola del riocontra (ovvero contrario) infatti la traduzione letterale sarebbe “vecchio”
      questo slang delle parole al contrario è stato ideato da un trapper milanese e si è subito diffuso.
      si dicono o scrivono al contrario le parole che non si vuole fare capire solitamente perché volgari e/o inadatte

    Lascia un commento