Attualità

Incidente fabbrica Milano; Airaudo: “Sono tutte morti evitabili”

Incidente fabbrica Milano. L’ex sindacalista Giorgio Airaudo (deputato di Liberi e uguali) è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano – Dentro la notizia”, condotta da Gianluca Fabi e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

In merito all’incidente nella fabbrica Lamina a Milano

“Quando un lavoratore muore sul lavoro è una sconfitta per tutti –ha affermato Airaudo sull’ incidente alla fabbrica Milano-. Sono tutte morti evitabili. Bisogna aumentare gli ispettori, che sono pochissimi in alcune zone del Paese. Bisogna aumentare le prescrizioni nei confronti delle aziende e le sanzioni per chi sbaglia C’è bisogno di un lavoro di prevenzione e di sicurezza. E poi c’è bisogno del rispetto dei diritti del lavoratore. Se aumenti il precariato aumenti gli infortuni, se hai lavoratori ricattabili costretti a lavorare in condizioni di insicurezza, aumenti gli infortuni. La legislazione non viene applicata nella parte della prevenzione. Il governo Renzi ha imballato tutta la macchina, abbiamo avuto il primo sciopero degli ispettori del lavoro che non riescono a fare il loro mestiere, non hanno gli strumenti per farlo”.

Finita la luna di miele tra Marchionne e Renzi

 “Renzi non serve più ai disegni dell’Ad –ha dichiarato Airaudo-. Marchionne sta pensando agli Usa, sta pensando che fra pochi mesi lascerà Fiat-Fca, nel suo piano l’Italia è in Serie B. Noi abbiamo dei governi che usano i manager delle grandi aziende per fare propaganda e però non chiedono niente per gli italiani. Noi siamo quelli che hanno applaudito alla conquista dell’America e non abbiamo capito che ci stavano portando via il lavoro in Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *