Spettacolo

Attrici italiane anni 60: ecco le più affascinanti di un’affascinante era

Attrici italiane anni 60. Sono lontane nel tempo ma ben salde nel nostro immaginario collettivo. Sono state donne che sono entrate nella storia del cinema italiano al massimo del suo splendore, quando dall’America ci guardavano con ammirazione, e che ci hanno conquistato con una grazia che ora appare rara. Sono state protagoniste in prima persona della svolta autoriale del cinema italiano e, più nello specifico, dell’affermazione della commedia (non a caso definita dai critici “commedia all’italiana”) e del genere sociale e politico. Quest’ultimo, a dire il vero, ha preso definitivamente piede nel decennio successivo ma ha messo però i suoi germogli proprio nella seconda metà degli anni sessanta. Di nomi da fare ce ne sono molti ma quali sono i nomi delle attrici indimenticabili del cinema degli anni sessanta? Vediamoli insieme, contestualizzandoli anche in un’epoca moderna in cui il gentil sesso torna agli onori della cronaca per abusi, soprusi e violenze carnali.

Attrici italiane anni 60? Un patrimonio dell’umanità ma tutto nostro al pari del Colosseo e della pizza, da poco insignita dall’Unesco. In cima alla lista delle donne importanti per il cinema degli anni sessanta c’è lei, l’incontrastata regina Sophia Loren.

Classe 1934, è in quel decennio all’apice del suo splendore: regina della commedia (“Ieri Oggi Domani”, “Matrimonio all’italiana”, “Filomena Marturana”, ecc.), rende molto bene anche nel dramma (“La Ciociara” su tutti perché le vale l’Oscar e la Palma d’Oro a Cannes). Ancora oggi non è nata una donna con lo stesso carisma e la stessa fulgida e naturale bellezza.

Poco sotto ma sempre nell’Olimpo delle grandi del cinema italiano c’è la magnifica Claudia Cardinale. Classe 1938, è stata l’unica a conseguire una notorietà internazionale al livello dell’amica/nemica Loren. Tutto il mondo se la ricorda in “C’era una volta il West” con un Sergio Leone immenso ed una sua prova attoriale scolpita per sempre nei nostri cuori.

Dietro queste due indimenticabili dive italiane mettiamo Gina Lollobrigida, in verità già celebre negli anni cinquanta ma sempre bellissima anche nei Sixties.

Si difendono pure la seducente Silvana Mangano, una delle donne più sensuali mai apparse sul grande schermo,  e la signorile Virna Lisi. Molto meno aggraziate ma ugualmente d’impatto sono state le conturbanti Maria Grazia Buccella e Sylva Koscina, nei sogni a luci rosse di tutti i maschi italiani dell’epoca.

Le outsider non sono mancate neanche in quel decennio. I più colti si ricorderanno della raffinata Rosanna Schiaffino o della talentuosissima Monica Vitti. Ci sono state anche Stefania Sandrelli, Antonella Lualdi, Ilaria Occhini, Scilla Gabel, Marilù Tolo, Giovanna Ralli ed Elsa Martinelli.

Merita di essere fatto a parte il discorso su Anna Magnani, all’epoca ancora in attività e sempre numero uno. Il suo apice, però, risale ad altri periodi per mere ragioni anagrafiche.

I premi alle attrici negli anni sessanta

In pieno caso Weinstein si torna a ragionare sulla mercificazione delle donne nel mondo dello spettacolo. E’ un tema spinoso tutto da snocciolare ma è indubbio che, cinquant’anni fa, per molti aspetti, c’era un rispetto dell’universo femminile forse più romantico ma reale e tangibile. Lo dimostrano i diversi premi alle attrici negli anni sessanta.

Ecco la lista delle donne che sono state premiate nel cinema degli anni 60:

  • 1960: Eleonora Rossi Drago (Nastro d’argento);
  • 1961: Sophia Loren (David di Donatello e Nastro d’argento);
  • 1962: non assegnati entrambi i premi;
  • 1963: Silvana Mangano (David di Donatello) e Gina Lollobrigida (D. di Donatello e Nastro d’argento);
  • 1964: Sophia Loren (David di Donatello) e Silvana Mangano (Nastro d’argento);
  • 1965: Sophia Loren (David di Donatello) e Claudia Cardinale (Nastro d’argento);
  • 1966: Giulietta Masina (David di Donatello) e Giovanna Ralli (Nastro d’argento);
  • 1967: Silvana Mangano (David di Donatello) e Lisa Gastoni (Nastro d’argento);
  • 1968: Claudia Cardinale (David di Donatello);
  • 1969: Gina Lollobrigida (David di Donatello) e Monica Vitti (D. di Donatello e Nastro d’argento).

Le più belle donne di sempre

E’ indubbio che in quel preciso periodo storico registi come Vittorio De Sica, Sergio Leone ma, soprattutto, Federico Fellini avessero messo il cinema italiano sul tetto del mondo. Il gusto narrativo e visivo delle nostri menti, infatti, surclassava i soldi e la tecnica degli Stati Uniti. Il talento dei nostri attori, poi, metteva un film tricolore in un’altra fascia di qualità rispetto a tutto il resto del globo.

Eppure non sono mancate donne bellissime in quel periodo anche fuori dai nostri confini. Partendo da questo spunto, riportiamo l’attuale clasiffica di Forbes delle più belle donne di sempre. Ecco le attrici più affascinanti di tutti i tempi:

  1. Scarlett Johansson;
  2. Nicole Kidman;
  3. Julia Roberts;
  4. Ava Gardner;
  5. Brigitte Bardot;
  6. Beyoncé;
  7. Sophia Loren;
  8. Grace Kelly;
  9. Marilyn Monroe;
  10. Audrey Hepburn.

Solo un’italiana, quindi, ma l’italiana per eccellenza e solo una donna di colore che principalmente è una cantante. La classe, simboleggiata da nomi come la Kidman e la Hepburn, va di pari passo con la sensualità, rappresentata da nomi come la Johansson e la Monroe.

In conclusione ecco un video con le più belle attrici italiane anni 60:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *