Politica

Adinolfi: Legge sul fine vita? Fa morire malati di fame e di sete

Legge sul fine vita. Ne ha parlato stamattina Mario Adinolfi. Ecco cosa ha detto il leader del Popolo della Famiglia a Radio Cusano Campus nel corso del format ECG con Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. 

MARIO ADINOLFI E LA LEGGE SUL FINE VITA

“Dovrebbero occuparsi dell’inizio vita. L’Istat annuncia un calo delle nascite e nel contempo il Governo ha la bella idea di tagliare a metà il bonus bebè. Stiamo ribaltando le priorità del Paese, al Governo c’è l’irrazionalità assoluta. La prima urgenza dell’Italia è davvero come ammazzare le persone per fame e per sete?”

PRIORITA’ CAPOVOLTE

“Leggetela la legge, si parla di sospendere le cure a seguito di un testamento biologico che dovrebbe essere interpretato da un fiduciario, che vuol dire sospendere idratazione e nutrizione nelle persone non in grado di intendere o volere”.

VIRUS NECROFILO

“A me sembra che questa concentrazione di ostilità contro i figli che nascono e per eliminare gli anziani e i malati che soffrono, con il fine vita, sia un’ossessione contro natura. E dovremmo fare l’esatto opposto,cercare di curare i malati e promuovere politiche che favoriscano la nascita dei bambini. Quindi nel Governo Gentiloni, in Parlamento, sembra essersi diffuso un virus necrofilo. Facciamo un esempio. Il caso Englaro: il fatto che si sia sospesa idratazione e nutrizione al corpo di Eluana, morta per fame e per sete, è un atto positivo o negativo?”.

Clicca qui per ascoltare l’audio integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *