Politica

Ostia; Monica Picca: “Pronti a collaborare con la giunta M5S per garantire legalità”

Monica Picca, candidata del centrodestra alle recenti elezioni del X Municipio, è intervenuta ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano – Dentro la notizia” su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano, per commentare gli ultimi fatti di cronaca che hanno interessato il quartiere lidense.

Ostia: una campagna elettorale dai toni accesi

Monica Picca, in apertura di collegamento, è tornata sulla campagna elettorale che l’ha vista arrivare al ballottaggio con l’esponente del M5S  Giuliana Di Pillo, eletta alla presidenza del X Municipio di Roma, da due anni commissariato per mafia. “E’ stata una campagna elettorale dai toni molto accesi, strumentalizzando certi fenomeni di criminalità che abbiamo condannato fin dall’inizio – ha detto Picca – mi sono arrivati degli insulti sui social e ho deciso di denunciare, perchè si è trattato davvero di accuse personali molto gravi e minacce. Ho fatto tutto questo per mio figlio e perchè noi politici dobbiamo dare un messaggio positivo”.

Sulle sparatorie a Ostia e l’ipotesi di mandare l’esercito

 Il Ministro Minniti ha ipotizzato l’intervento dell’esercito a Ostia, in particolare dopo gli ultimi segnali di recrudescenza criminale. Prima l’aggressione di Roberto Spada a giornalista e cameraman di Nemo, le fiamme in uno degli stabilimenti balneari poi la sparatoria in una pizzeria e infine gli spari nel quartier generale degli Spada: “Una maggiore presenza delle forze dell’ordine sul territorio è prioritaria – ha ribadito Picca – ma è anche importante che lo Stato sia presente sul territorio garantendo i servizi”.

Ostia, Picca: “Collaborazione con la giunta”

Per garantire la legalità, sottolinea Picca, serve collaborazione. In questo caso la consigliera promette, ai microfoni di Radio Cusano Campus, che con la giunta guidata dal Movimento 5 Stelle:  “Noi faremo un’opposizione costruttiva, quindi assicuriamo massima collaborazione alla giunta per garantire la legalità sul territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *