Politica

Maurizio Gasparri: “Renzi re delle fake news”

Maurizio Gasparri è intervenuto stamattina su Radio Cusano Campus. Ecco cosa ha detto a Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio durante ECG. 

FAZIO E BERLUSCONI

“Il Fatto Quotidiano titola che Fazio ha riabilitato B.? Io non ho grande stima di Fazio, ha intervistato Berlusconi perché le sue uscite erano talmente squilibrate che ha avvertito una necessità di pluralismo. Mi interessa che Berlusconi sia presente in campo e che possa comunicare le sue idee. Mi ha fatto molto piacere la sua netta presa di posizione contro lo Ius Soli. Che il Fatto pretenda di dettare l’agenda, le domande e le regole a tutti è una loro pretesa che non trova indicazione nella realtà”.

SUL GENERALE GALLITELLI

“Lo conosco da quando si è arruolato nell’Accademia di Modena. Lo conosco da 50 anni, è una persona di qualità. Berlusconi ieri ha fatto una serie di nomi, il primo è il suo. Confida che la giustizia Europea possa cancellare la condanna ingiusta che ha subito”.

RENZI E LE FAKE NEWS

“Finalmente un’autocritica da parte di Renzi. Quando ho sentito questo annuncio ho preso quella sua conferenza stampa quando è diventato presidente del consiglio e faceva il verso ai venditori, a quelli che fanno le aste. Lui è il re delle fake news, se sarà coerente si cancellerà da solo. E’ stato riconosciuto come un grande fanfarone”.

MAURIZIO GASPARRI CONTRO L’IDEA DI RENDERE OBBLIGATORIO IL SERVIZIO CIVILE

“Una follia, vorrebbe offrire manovalanza qualificata giovanile alle cooperative che si arricchiscono sul traffico dei clandestini. Il servizio civile volontario è pregevole, ma non si è mai visto il volontariato obbligatorio. Forse si vuole offrire manovalanza più o meno gratuita a cooperative tipo quella del Cara di Mineo. E poi magari sottopagando i ragazzi potrebbe dire di aver messo a lavorare centinaia di migliaia di giovani”.

“DI BATTISTA? NON SO CHI SIA…”

“Non so chi sia, non so di cosa si parli. Chi è? Alessandro Di Battista? Non lo conosco, sono impreparato”

Clicca qui per ascoltare l’audio integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *