Politica

Legge elettorale, Argentin (Pd): “M5S vuole il caos”

Legge elettorale, il dibattito va avanti in attesa di capire cosa accadrà in Senato.  Ne ha parlato stamattina la deputata dem Ileana Argentin. Ecco cosa ha detto intervenendo a Radio Cusano Campus nel corso di ECG, con Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

“LEGGE ELETTORALE? IL MALE MINORE”

“Mdp si sfila? Ognuno faccia le sue scelte, la legge elettorale è necessaria, in questo momento abbiamo una legge alla Camera e una legge al Senato. Se al Senato non dovesse passare il rosatellum andremmo a votare con due leggi elettorali diversi, sarebbe grave. Portare a casa questa legge elettorale è il male minore. Le proteste del Movimento Cinque Stelle? Io cerco di mantenere sempre la calma ma i grillini sanno solo protestare e infierire. Non propongono mai nulla, i loro emendamenti sono strumentali, sono vuoti”.

ANCORA CRITICHE VERSO I PENTASTELLATI

“Se uno conosce la politica o la legge si accorge che quando loro fanno un emendamento per cambiare qualcosa alla fine non si può mai concretizzare. In loro c’è una demagogia senza fine. Io non voglio per forza parlare male dei Cinque Stelle, ma sono veramente vuoti di conoscenza. Non vogliono governare, vogliono solo il caos. Non si fa così, la politica è mediazione e costruzione di progetti, programmi e risposte. Loro gridano solo. Gridare è una cosa, fare le cose un’altra”

INFINE SUL LEADER DI M5S LUIGI DI MAIO

“Sapete quante poche presenze ha in aula Di Maio? C’è solo quando presiede. Io credo che sia un assenteista. E’ vergognoso che il vicepresidente della Camera, capo del partito, sia poco presente in aula. Vale anche per Di Battista. Non li vedo mai lì a votare emendamento per emendamento. Noi stiamo ore e ore in aula, loro invece passano ogni tanto, quando possono. Però dicevano che bisognava guadagnarsi lo stipendio stando là dentro”.

Clicca qui per ascoltare l’audio integrale 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *