Sport

1° Torneo Daniele Nica: tanta partecipazione e vittoria dell’Unione Sportiva Ladispoli

All’Unione Sportiva Ladispoli il 1° Memorial Daniele Nica

Nel secondo pomeriggio di martedì 12 si è conclusa la 1ª edizione del torneo dedicato a Daniele Nica. Una manifestazione organizzata e fortemente voluta dall’Atletico Ladispoli del presidente Aurelio Nicolini. Il format del torneo prevedeva due gironi da tre squadre: Atletico Ladispoli, Certosa Calcio e Civitavecchia 1920 da una parte; Atletico S.F.F., Montespaccato e U.S. Ladispoli, dall’altra. Le due compagini di Ladispoli si sono qualificate per l’atto conclusivo della competizione; un valore simbolico aggiuntivo perché il giovane allievo calciatore e poi appartenente alle categoria Esordienti, Pulcini,  Giovanissimi Daniele Nica aveva militato in entrambe le società. Con la sua consueta passione.

In campo i ragazzi diciottenni di Atletico Ladispoli e Unione Sportiva Ladispoli hanno disputato un gagliardo derby, che si è mantenuto sotto il profilo del fair-play nel corso degli interi 90’. Il risultato ha premiato i ragazzi di Simone Sale, l’U.S. Ladispoli, per l’occasione in completo arancione con bande rossoblù, molto più cinici sotto porta, ma la squadra di Pino Neto non ha certamente demeritato riuscendo a mantenere la sfida apertissima fino all’ultimo quarto d’ora.

Ladispoli in rete dopo che Lucarini sfiora il bersaglio grosso sparando alto al 5’: dopo altri 6 minuti il vantaggio arriva grazie a un tiro rasoterra di Zucchi dopo aver rubato palla ad un avversario ed essersi involato da solo verso la porta di Romano. I biancorossi di casa accarezzano il punto del pareggio con tre belle occasioni tra il 26′ e il 35′, ma i tiri di Cesarini, Micarelli e Iacono non inquadrano lo specchio della porta, e così le squadre tornano all’intervallo con il punteggio di 1-0 in favore del Ladispoli.

La reazione dell’Atletico, nella ripresa, non si fa attendere e al 4′ i ragazzi di Pompeo segnano il gol dell’1-1. La rete del pareggio è firmata da Lucarini, che ammaestra bene il pallone in area e poi insacca di sinistro, tra gli applausi dei propri sostenitori. Per la cronaca la tribuna del campo Annibale Lombardi di Marina di San Nicola era piena con tanta gente anche lungo la recinzione che è sistemata tra la ferrovia Roma-Civitavecchia e la Via Aurelia. In mezzo il bel campo sito al 34° della statale che porta al confine francese.

Ma l’equilibrio dura soltanto sei giri d’orologio, e al 10′ il Ladispoli torna nuovamente in vantaggio con una magistrale punizione di Avolio dai 20 metri. Un’ottima conclusione liftata battuta dalla sinistra, con il destro a girare, che non trova opposizione dei difensori centrali né del portiere, sorpreso dalla traiettoria. 2-1.

La squadra di Sale acquista sicurezza e si costruisce una ghiotta chance con i due attaccanti, Emasoei e Pranzetti, e al 32′ trova la rete del definitivo 3-1. È ancora protagonista Avolio che costruisce l’azione con un filtrante per Emasoei: il giovane bomber del Ladispoli controlla e spedisce il pallone oltre la linea di porta.

Nel finale di gara valzer di cambi per entrambe le formazioni, prima degli scroscianti applausi destinati dal folto pubblico presente all’Annibale Lombardi alla figura del gioioso, tenace e impegnato giovanotto che Daniele è stato.

Al momento delle premiazioni ai suoi genitori, il presidente del club ospitante, Aurelio Nicolini dell’atletico Ladipoli, ha consegnato una targa commemorativa, facendo altrettanto con le formazioni che hanno partecipato al Memorial in ricordo del figlio: poi le coppe e le medaglie alle finaliste, per i ragazzi dei due club ladispolani. Quindi si è passati ai riconoscimenti individuali decisi da una giuria di giornalisti sportivi presenti durante il torneo. La voce di Massimiliano Cannalire ha scandito i vincitori di ogni categoria, mentre il consigliere comunale di Ladispoli Patrizio Falasca, l’assessore allo sport Marco Milani e Cesidio Oddi, con il direttore generale dell’Atletico Ladispoli, Massimiliano Garau, hanno consegnato i vari trofei dopo un profondo discorso di Aurelio Nicolini abbracciato a Marco e Katia, genitori di Daniele. L’Atletico Ladispoli si è aggiudicato il premio fair play, mentre difensore biancorosso Giacomo Bellina è stato nominato miglior giocatore di tutta la rassegna. Gli altri due premi sono stati assegnati a Daniele Paniccia, portiere del Civitavecchia 1920, aggregato alla prima squadra della formazione portuale, che milita nel girone A d’Eccellenza, mentre il bomber dell’Union Sportiva, Cosmin Emasoei, ha ritirato il trofeo riservato al miglior marcatore del torneo. Un sentito applauso è stato indirizzato all’attività degli arbitri con le targhe consegnate ai tre ufficiali di gara della finale, una al delegato AIA del torneo, Emiliano Farascioni anch’egli della sezione di Civitavecchia, una delle 14 del Lazio, e un pensiero è stato assegnato al delegato federale del torneo, Giangabriele Mattei.

L’auspicio è che divenga una manifestazione di più ampio respiro, dopo la base di partenza alla quale hanno preso parte 5 formazioni della Juniores d’élite e una Juniores Nazionale.

E’ stato un torneo vissuto nel giusto spirito, e con grande partecipazione umana. La migliore tra le vittorie che si potessero ottenere. Appuntamento con le altre iniziative dedicate a Daniele e alla prossima edizione.

 

Il tabellino della finale di Marina di San Nicola, Ladispoli

UNIONE SPORTIVA LADISPOLI-ATLETICO LADISPOLI 3-1

U.S. Ladispoli (4-4-2): Troiani; Cammella (87′ Bulgarini), Mignanti, Lamorgia, Sabelli (87′ Consalvi); Zucchi (87′ Mastropietro), Avolio, Polucci, Maroncelli; Emasoei (79′ Mei), Pranzetti All. Simone Sale.

Atletico Ladispoli (4-3-3): Romano; Spadafora (56′ Gagliardi), Colucci (79′ Mitu), Bellina, Franceschetti (69′ Bernardis); Iacono, Neto, Lucarini; Cesarini, Croitoru (64′ Bonafede), Micarelli. All. Pino Neto.

Arbitro: Sig. Valerio Evangelistella. Assistenti: Sigg. Federico Ligresti ed Emilio Gookooluk, tutti della Sezione A.I.A. di Civitavecchia.

Reti: 19′ Zucchi (L.), 49′ Lucarini (Atl.), 55′ Avolio (L.), 77′ Emasoei (L.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *