Attualità

Sanofi per mamme e famiglie: “Pensiamo alla felicità dei colleghi”

Sanofi per mamme e famiglie, per questo è un azienda che abbiamo voluto ospitare nel programma per genitori di Radio Cusano Campus.

L’azienda farmaceutica francese con una forte presenza in Italia, è da sempre attenta alle esigenze di colleghi e collaboratori “non solo come professionisti, ma come persone che hanno una vita al di fuori del lavoro e che si occupano della famiglia”, ha affermato il Direttore Risorse Umane di Sanofi Italia, Laura Bruno, a #genitorisidiventa su Radio Cusano Campus.

Sanofi si occupa della salute delle persone a cominciare dal benessere dei propri collaboratori, come sottolinea la stessa Laura Bruno: “La filosofia gestionale della nostra azienda vede il collega come persona a tutto tondo. Pensiamo che se una persona è felice riesce a gestire meglio anche la propria attività professionale. E’ da anni che lavoriamo sui temi della genitorialità e su quelli della conciliazione vita professionale e personale. Abbiamo molte iniziative, tra queste c’è il campus per i ragazzi, che permette ai di poter portare i figli in ufficio durante il periodo estivo e delle vacanze natalizie, quando le scuole sono ancora chiuse ma i genitori devono rientrare al lavoro.”

Inoltre, grazie all’associazione Enfant de Sanofi, istituita dal Gruppo Sanofi a livello centrale oltre 20 anni fa, sono previsti aiuti per le famiglie con figli in difficoltà per motivi di salute, famigliari oppure di apprendimento.

E non è tutto. Di recente è stato introdotto, a livello della filiale italiana, un nuovo accordo integrativo che rende effettivo per tutti un progetto di flessibilità del lavoro iniziato in via sperimentale qualche anno fa, come ha spiegato Laura Bruno: “Nel 2014 abbiamo lanciato un progetto pilota di flessibilità logistica, che dà la possibilità ai collaboratori di lavorare un giorno alla settimana da fuori ufficio. Con il nuovo accordo, siamo usciti dalla fase pilota e siamo entrati in un nuovo modo di lavorare, estendendo questa iniziativa a tutti i collaboratori delle sedi di Milano, Modena e Roma. Questo va a vantaggio di un maggior equilibrio tra vita e lavoro per tutti i colleghi, non sono per chi ha figli”.

I risultati e i riscontri ottenuti con queste iniziative sono incoraggianti e positivi, ha detto Laura Bruno: “Queste iniziative hanno un effetto motivazionale sui colleghi. Lavorano più sereni. Il fatto di potersi occupare dei figli, o dei genitori anziani, un altro tema importante nella nostra società che sta invecchiando sempre di più, dà la possibilità di organizzarsi e lavorare meglio. Nella giornata di flessibilità logistica, ad esempio, il lavoratore, avvisando il proprio manager, può effettuare delle commissioni oppure andare alla scuola dei figli al colloquio coi gli insegnanti, e potrà recuperare in seguito l’ora di lavoro utilizzata.”

Se occupandosi dei problemi dei lavoratori, e dei genitori, le aziende ne guadagnano ottenendo un impegno maggiore, come mai c’è tanta resistenza nel mondo del lavoro ad introdurre novità in questo senso?

“Si tratta di un grande cambiamento culturale per la maggior parte delle aziende italiane, che richiede tempo per diventare realtà. Bisogna avere fiducia e credere nella capacità delle persone di organizzarsi e resposabilizzarsi. In Sanofi lavoriamo sulla base di obiettivi fissati ad inizio anno; su questi veniamo valutati, non sulle ore di lavoro effettuate. Il capo non è un controllore, ma una figura di supporto e di crescita di ciascun collaboratore,” ha concluso il Direttore Laura Bruno.

Sanofi per mamme e famiglie, fa felici i genitori, e tutti le persone con cui entra in relazione.

Ascolta qui l’intervista integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *